Abbandono di rifiuti: 140 sanzioni in quattro mesi. Donna sorpresa otto volte

Con micro fotocamere e fototrappole la battaglia contro l'inciviltà è più efficace. Ogni giorno Lecce è sfregiata da comportamenti vergognosi e l'assessorato all'Ambiente non risparmia energie nel contrasto

Uno dei trasgressori identificato tramite le fotorappole.

LECCE – In una città nella quale, a giudicare dal protagonismo social di alcuni consiglieri comunali e dei loro supporter, il problema principale sembra essere l’estetica e la tempistica degli addobbi natalizi, questione che ha animato un dibattito surreale e anche offensivo della comune intelligenza, c’è qualcun altro che, lavorando quotidianamente sottotraccia, sta conducendo una battaglia impari contro l’abbandono indiscriminato e irregolare dei rifiuti, per garantire il decoro e un minimo di senso civico ad una città che, spesso, meriterebbe un altro tipo di abitanti.

I numeri sono indicativi di quanto lavoro ci sia ancora da fare: in quattro mesi sono state elevate 140 sanzioni per un totale di circa 30mila euro. Su input dell’assessore all’Ambiente, Carlo Mignone, il personale dell’ufficio del direttore esecutivo del contratto, Renato Brunetti, che comprende anche alcune unità di polizia locale, è costantemente impegnato sulle strade del vasto territorio comunale di Lecce. Dove le sorprese, spiacevoli, sono all’ordine del giorno.

Una donna, proveniente da un comune dell’hinterland, è stata immortalata ben otto volte in un mese ad abbandonare rifiuti, rimediando altrettante sanzioni per 4mila euro in totale: ai 400 euro previsti se ne aggiungono altre 100 per l’aggravante della provenienza. Per il conferimento irregolare, cioè al di fuori delle modalità e dei tempi previsti dal calendario di raccolta, la multa è di 50 euro per sacchetto.

Il video: alcuni trasgressori in sequenza

Mignone spiega che di recente la dotazione tecnologica dell'assessorato è stata di recente migliorata: “Micro foto camere mimetiche, video camere in alta risoluzione, foto trappole che si attivano grazie ai sensori di movimento ed un sofisticato sistema a raggi infrarossi per la visione notturna ci permettono di essere presenti sul territorio, spostandoci a nostro piacimento in tempo reale, e, nel lungo periodo, ci permetteranno di vincere questa battaglia. Nel nome del buon senso, dell’educazione civica e ambientale e nel rispetto del prossimo. E soprattutto nel nome di una terra meravigliosa che non merita di essere deturpata in questa maniera”.

L’assessore ha annunciato anche una maggiore efficienza del procedimento: “D'ora in avanti, gli occhi delle fototrappole, ma non solo, saranno più vigili e segnaleranno immediatamente eventuali infrazioni”. Il posizionamento dei dispositivi e il rilevamento delle infrazioni è infatti affidato a una società che trasmette al nucleo ambientale solo i fotogrammi rilevanti, accelerando dunque il procedimento di identificazione del trasgressore. In questo modo il personale dell'ufficio del dirigente Francesco Magnolo è sollevato da molte incombenze preliminari.

Le sanzioni amministrative, naturalmente, non escludono eventuali responsabilità penali e implicano automaticamente la segnalazione all’ufficio Tributi per la verifica della posizione contributiva del cittadino individuato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (37)

  • Non basta sfogarsi sui social.Occorre denunciare quando si è testimoni di queste nefandezze. I Comuni, la Provincia, l'Anas spendono un sacco di soldi per pulire, ma sistematicamente i rifiuti vengono depositati sulle strade, nelle campagne,ecc.Secondo me, occorre sequestrare anche il mezzo, oltre ad aumentare il costo delle multe. Certo ci vuole una legge specifica, ma in molti casi basta una delibera. Intanto collaborate con gli Enti pubblici.

  • Finalmente. Ascoltate i cittadini per dove collocarle Intanto grazie

  • Al di la del fatto condannabilissimo di multare e sanzionare a dovere chi sporca e deturpa la città vorrei pero far notare che nessuno si indigna per il continuo scempio che Lecce sta subendo per questo eterno e mai risolti lavori stradali che ormai da anni è il caso di dire il comune di Lecce sfregia e deturpa una città ormai diventata la capitale europea dello scavo. Dove poi per scavare si fa in fretta dei disagi non frega niente a nessuno, ma di ripristinare le strade poi camapacavallo. Paradossalmente preferisco 10 sacchetti abbandonati che vedere km e km si strade cittadine pericolose che sembrano percorsi montanari.

  • Gente ignorante.....!!!! Li farei pulire con la lingua......!!!!

  • La galera maiiiii. ????? Dai tassisti agli specialisti medici, che non rilasciano la fattura passando per questi sporcaccioni, le leggi devono essere tali che uno ci pensa bene prima di farsi 20 anni di galera da subito senza processo. Ma l'italia è questa. Se posso rubare e farla franca lo faccio. Ma se te ziccu te fazzu fare tanta te dra galera ca te passa la voglia. Ma il nuovo governo mi sembra come il vecchio parole parole e parole. Vedremo se chi non paga le tasse andrà in galera. Non ci credo.

  • mettete la foto in prima pagina voglio vederli in faccia questi maiali che hanno trasformato le provinciali in discariche a cielo aperto

  • Certi commenti la dicono lunga sulla mentalità. Berlino ( una metropoli) la raccolta differenziata la fa da anni e funziona da Dio. Sarà che amano le regole? Sarà che credono in quello che fanno? No, basta studiare di più, sbraitare di meno...

  • Multe salate e un periodo ai servizi sociali a pulire le strade. Questa è la strada.

  • Queste sono le battaglie che contano e che riguardano ognuno di noi, non il chiacchiericcio Penoso cui ci inducono media e politici. Lecce ed il Salento vanno difesi da questi nuovi barbari, meritano sanzioni penali, non le multe

  • Per quando la prossima visita Papale a Lecce? Solo in questo modo verrà ripulita.

  • Non generalizziamo, per quattro dementi accusare un intero territorio mi sembra troppo. È assente l’informazione, l’incivilta prevale sull’educazione, è vero ci sono molte persone che sono sporche, vivono nello sporco, bisogna insegnare a queste persone il modo di vivere bene, una donna sorpresa otto volte a buttare rifiuti in un paese vicino non è normale avrà molti problemi.La Governance locale dovrebbe essere più presente pubblicizzando le iniziative tali a risolvere questo problema.

  • Bravissimo l’Assessore. E bravissimo Gabriele De Giorgi. Il primo paragrafo e’ perfetto!

  • Città, strade extraurbane, scorrimento veloce,Lecce-Maglie, Lecce-Gallipoli e campagne nondate di immondizia. Territorio ridotto ad una immensa cloaca. Mostri e collusi vergognatevi!

  • Da tempo scrivo che i leccesi ed i salentini non meritano Lecce ed il Salento. L'incivilta' e' la caratteristica dei salentini. Verificare le spiagge libere d'estate:Un salto in Sardegna per capire cosa sia il rispetto delle bellezze e della natura

  • I cittadini leccesi si rivelano una massa di pecoroni quando avallano questo immondo sistema di raccolta. Ci costringono a vivere in case piene di rifiuti e ILLEGALMENTE occupano il nostro spazio privato (casa e spazi condominiali) con i bidoncini. Ci Vorrebbe un avvocato con i co....ni che affrontasse il problema coinvolgendo i cittadini. I nostri politici pensano solo ai propri interessi infischiandosene del benessere dei cittadini.

    • “Immondo sistema di raccolta”, “ bidoncini “ tu non stai bene secondo me oppure stai scherzando. Dimmi che stai scherzando !

    • ci vorrebbero più che alto un paio di biglietti aerei per lei, giusto per partire e vedere come funziona nel resto del mondo la differenziata. Giusto per farla tornare in questo secolo.

    • Ci illumini allora; per non avere casa piena di spazzatura le suggerisco consumi da famiglia normale, il sistema è studiato per rendere agevole un conferimento urbano, se ha così tanta immondizia potrebbe optare per la raccolta commerciale

  • si ma a questa gente poi bisogna fare anche un controlla della tassa sulla spazzatura. Se chiami la Monteco ti ritirano la roba da casa, se scelgono di abbandonare rifiuti è perché SONO EVASORI DELLA TASSA, quando lo capirà il Sindaco che questo non è solo malcostume ma delinquenza? Quando capirà il Sindaco che per chiudere la vicenda deve far rientrare chi evade le tasse della spazzatura?

    • Infatti l'articolo termina con il seguente periodo: "Le sanzioni amministrative, naturalmente, non escludono eventuali responsabilità penali e implicano automaticamente la segnalazione all’ufficio Tributi per la verifica della posizione contributiva del cittadino individuato“. Vuol dire verificare se il cittadino è in regola con la Tari, appunto.

  • meriterebbe una bella foto in prima pagina

  • se 8 multe non bastano, mettetela a pulire le strade 14 ore al giorno, senza pagarla e senza scopa è nè paletta, con le mani!

  • l'introduzione dell'articolo è da premio pulitzer sig de giorgi, complimenti davvero. ha espresso con due parole la realtà odierna della ns città. spero vivamente che il consigliere in questione legga e si faccia da parte per il bene REALE della ns cittadina, anche perchè è ridicolo.

    • condivido in toto l'articolo... ma, a mio parere, l'introduzione un vero cronista se la sarebbe risparmiata....

      • Gentile signor Pietro, il lettore che l'ha preceduta nei commenti trova invece azzeccata la mia introduzione. Non c'è una verità rivelata, ma punti di vista. Non so cosa intenda lei per vero cronista e se questo dipende da sue competenze specifiche o da una sua personale idea di giornalismo, ma il cronista, nella sua osservazione quotidiana dei fatti e della parole, non può fare a meno di notare l'abisso che c'è tra questioni futili e magari strumentali per apparire sui giornali, almeno su certi, e questioni essenziali per la vita della città, indipendentemente dalle opinioni politiche, come il rispetto dell'ambiente e degli spazi pubblici. Cordiali saluti, Gabriele

    • Sig. Paolo, sono completamente d'accordo con lei. Complimenti anche da parte mia al sig. De Giorgi. Spero tanto che questo articolo venga condiviso da qualcuno in un gruppo facebook da cui, nauseato, me ne sono uscito, dove ci si lamenta dell'inutile e si da soltanto aria alla bocca. E nemmeno di bocca si potrebbe parlare visto che nessuno di tutti quelli che offendono riuscirebbe a dire mezza parola "de visu", fomentati da persone che non hanno per nulla a cuore le sorti della città ma hanno solo a cuore interessi personali. Tuttavia c'è da dire che questa città è sempre più abitata da cittadini o frequentata, specie nei weekend, da persone che vengono da fuori, che di civile hanno ben poco e purtroppo bisogna constatare che la lotta che sta portando avanti quest'amministrazione, spesso è una lotta impari.

  • Magari questa signora è a caccia di qualche record.O magari ancora è in cerca di visibilità.Propongo che alla decima infrazione venga gettata anche lei nella differenziata.Categoria "umido" ovviamente.

  • Contro questi CIUCCI bisogna inasprire le sanzioni. Perché una che ci casca otto volte a deturpare e inquinare il territorio deve andare in galera. Ciucci.

  • La donna esempio di inciviltà dovrebbe andare in galera

  • Questa GENTAGLIA Oltre alle MULTE Salate meriterebbero anche Qualche giorno al fresco come succede in alcuni Paesi Europei Grazie di cuore continuate così.....! LECCE TI AMO....!

  • Mai stato più daccordo di così, la mia Lecce meriterebbe ben altri cittadini!

  • Perfettamente d'accordo con il giornalista: Lecce meriterebbe, prima di tutto, un altro tipo di abitanti poichè sono proprio gli stessi cittadini a deturpare, violentare e sottovalutare quella che, oltre ad essere la propria città, è anche una città con delle potenzialità altissime tristemente soffocate. Il problema della mancanza di decoro e del non rispetto dell'ambiente e dell'estetica è, purtroppo, un problema culturale fortemente radicato nella mentalità meridionale e nei leccesi che molto spesso si atteggiano ad ostentare un livello sociale che poi non coincide con quello mentale. In zona salesiani, nota come una dei quartieri più "IN" di Lecce, c'è una discarica a cielo aperto che neanche le multe dei vigili, strumento decisamente utile, hanno potuto almeno contenere; per non parlare, sempre nella stessa zona, di condomini obbligati ad avere i contenitori all'interno dei propri cortili e stracarichi di immondizia tutti i giorni perchè non viene rispettato il calendario del conferimento, riducendo gli stessi cortili in cui abitano a delle vere e proprie discariche. Pur nella convinzione che all'italiano è necessario toccare il portafoglio nella speranza che abbandoni comportamenti inidonei, rimane, appunto, l'enorme problema culturale di chi, sprezzante di multe e sanzioni, trova comunque il modo per violentare questa città.

    • Stessa situazione nel mio condominio, quartiere Mazzini. Gente che di IN non ha nulla. Sensibilità’ ambientale e coscienza civica prossima allo zero. Solo gretto egocentrismo e pretese di rispettabilita’ piccolo borghese. Non parliamo poi dei proprietari di cani!

  • Ottimo lavoro, grazie di cuore a chi diuturnamente e con tanto ingegno cerca di civilizzare questa orda di sporcaccioni che ci vivono affianco. Pagherò la TARI con più convinzione

  • Le piazzole di sosta sulla Poggiardo Maglie sono invase di rifiuti di tutti i tipi. Così come vengono messi gli autovelox su questa strada, possibile non si possano mettere le fototrappole in modo da eliminare questa vergogna per una società civile e dare un aspetto perlomeno decoroso a strade che vengono frequentate anche dai turisti. La strada che porta al centro commerciale di Cavallino...un disastro. E' una vergogna.

  • Qui si parla di vie periferiche.....ma avete mai visto la strada principale che collega castromediano a Cavallino,?partendo dalla stazione di benzina agip sino allo svincolo x Gallipoli e una vergogna .....è da dire che ogni tanto la strada viene ripulita dalle buste che si trovano sul bordo destro e sinistro della strada ,ma poi regolarmente qualche ignorante incivile e maiale ricomincia a depositare la spazzatura,sicuramente sarà sempre la stessa gente.....basterebbe visto che con gli zozzoni bisogna fare cosi una telecamera all'altezza del ponte.....E poi chi viene beccato una multa salatissime......nn da 500 euro.....

    • non c'è bisogno di andare tanto lontano, faccia un giro sulla lecce s.cataldo, la litoranea, abbandoni la principale strada per qualche stradina di servizio troverà tutte le campagne che sono vero e proprie discariche. Vado spesso a correre da quelle parti e c'è da mettersi le mani nei capelli.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa sotto torchio per un'ora

  • Cronaca

    "Favori & Giustizia", il direttore generale dell'Asl Narracci respinge le accuse

  • Cronaca

    Il "sistema Arnesano" andava fermato, la denuncia dei suoi stessi colleghi

  • Attualità

    Più navette e 1350 parcheggi gratis nel week end, in centro si paga in sei festivi

I più letti della settimana

  • Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

  • Travolto da un’autovettura, un 62enne perde la vita davanti alla moglie

  • Ore di apprensione a Casarano: rintracciato di notte 22enne scomparso nel nulla

  • Forte boato squarcia il Nord Salento. L'Aeronautica: "Un bang sonico"

  • Bancarotta fraudolenta aggravata: quattro imprenditori in arresto

  • Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

Torna su
LeccePrima è in caricamento