“Alcol, no grazie!”, domani giornata contro l’abuso promossa da medici e istituzioni

In vista della Giornata mondiale contro l’alcolismo domani mattina l’incontro promosso dal reparto di Cardiologia e dal Comune di Gallipoli con il coinvolgimento delle scuole

l'assessore Titti Cataldi.

GALLIPOLI – Medici e personale sanitario e l’amministrazione comunale di Gallipoli impegnati a promuovere una giornata per sensibilizzare l'opinione pubblica e in particolare i giovani sui rischi sempre più frequenti legati all'abuso delle sostanze alcoliche. “Alcol, no grazie!” è il tema dell’incontro organizzato dall’unità operativa di Cardiologia dell'ospedale Sacro Cuore di Gesù di  Gallipoli, diretto dal dottor Giancarlo Piccinni, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, tramite l'assessorato alle Politiche scolastiche, retto da Assunta Cataldi. La platea che interverrà al convegno organizzato per domani mattina, a partire dalle 10 presso il Teatro Italia di corso Roma, avrà quali spettatori privilegiati gli alunni delle scuole cittadine.

“Una scelta voluta e ponderata” commenta l'assessore Cataldi, “perché è giusto che il messaggio sui pericoli purtroppo sempre più devastanti e all'ordine del giorno cui porta l'abuso dell'alcool, specie tra i minorenni, riguardi i nostri giovani. La mia esperienza personale, da medico, mi ha infatti insegnato che è molto facile per giovani e giovanissimi cedere ai pericoli delle sostanze alcoliche e per questo la giornata organizzata per domani dal titolo significativo serve proprio per rafforzare questo messaggio nei confronti delle giovani generazioni”. La manifestazione, oltre all’esposizione dei relatori, sarà allietata anche da un intermezzo musicale a cura dell'orchestra e del coro dell'istituto comprensivo del Polo2, e rientra a pieno titolo negli eventi collaterali, organizzati in occasione della Giornata mondiale contro l'alcol. Vi prenderanno parte numerosi rappresentanti delle istituzioni, a partire dal sindaco e presidente della Provincia, Stefano Minerva, dall'assessore regionale alle Politiche scolastiche, Sebastiano Leo, proseguendo con i dirigenti scolastici e rappresentanti delle forze dell'ordine di Gallipoli, oltre al responsabile del Sert di Gallipoli, Francesco Scategni e del direttore generale dell'Ufficio scolastico di Puglia, Anna Cammalleri.

“L'evento ha una duplice valenza, a livello culturale e formativo e credo sia uno strumento molto importante che mettiamo a disposizione della popolazione scolastica di Gallipoli” spiega il primario Piccinni, “per sensibilizzare le giovani generazioni sulle problematiche enormi cui l'alcool può irrimediabilmente condurre”. Da diversi anni il Comune di Gallipoli ha incentivato la campagna contro l’abuso di alcol con il coinvolgimento delle scuole e anche delle associazioni di categoria dei locali da ballo e della movida cittadina. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ecco perchè sono state chiusi il Parco Gondar ed il Samsara e vietati qualsiasi tipo di divertimento a Gallipoli. Invece a Torre Suda strutture sul mare stanno organizzando eventi che ormai a Gallipoli saranno un miraggio.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Politica

    Frazione organica, ritiro a singhiozzo: le buste devono essere compostabili

  • Attualità

    De Candia e Leandro, memoria a rischio: le loro opere molto copiate dai falsari

  • Cronaca

    Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento