Assoarma Lecce rende omaggio alle vittime da Covid19

Un omaggio floreale in memoria delle tante vittime causate da questa malattia tanto insidiosa quanto subdola

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

La pandemia da Covid 19 può considerarsi un evento epocale per le implicazioni sulla popolazione mondiale e per le conseguenze di carattere economico e sociale, ma ora che la diffusione del virus si è attenuata non dobbiamo dimenticare le migliaia di persone che per causa diretta o indiretta di questa malattia ci hanno lasciato. Le attività e l’impegno di ASSOARMA e delle Associazioni d’Arma è stato inevitabilmente limitato dalle misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19 e dall’attuale assenza di una sede, ma permane immutata l’intenzione di essere utili per la realtà sociale in cui si vive.

Per questo, tutte le Associazioni d’Arma che compongono questo Consiglio permanente, pur nel rispetto delle norme per il contrasto alla diffusione del coronavirus, al termine della cerimonia provinciale innanzi al Monumento ai Caduti, hanno deposto un omaggio floreale in memoria delle tante vittime causate da questa malattia tanto insidiosa quanto subdola. Per rendere omaggio a queste persone scomparse, ASSOARMA ha scelto la data del 2 giugno soprattutto per il suo alto significato simbolico, non solo quale ricorrenza della svolta repubblicana, ma quale sentimento di Unità Nazionale che abbraccia ed unisce tutti i cittadini, anche coloro che hanno perso la vita in questa immane tragedia di proporzioni planetarie.

A questa sobria cerimonia, oltre ad un rappresentante per ciascuna delle Associazioni d'Arma (Ass. Naz. Arma di Cavalleria, Ass. Naz. Carristi d’Italia, Ass. Naz. Marinai d’Italia, Ass. Arma Aeronautica, Ass. Carabinieri d’Italia, Ass. Naz. Polizia di Stato, Ass. Naz. Finanzieri d’Italia, Ass. Naz. Polizia Penitenziaria, Unione Naz. Ufficiali d’Italia, Ass. Naz. Sottufficiali d’Italia, Ist. Naz. Guardie d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon), ha partecipato anche il Sindaco di Lecce Carlo Salvemini e l’Assessore della Regione Puglia Loredana Capone.

Torna su
LeccePrima è in caricamento