Autovelox e telelaser, ecco la mappa di novembre con fasce orarie e località

La polizia provinciale di Lecce ha diramato il nuovo calendario mensile dei controlli sulle arterie di propria competenza, nell’ambito del consueto piano di prevenzione

LECCE – La polizia provinciale di Lecce ha diramato il nuovo calendario mensile dei controlli sulle arterie stradali di propria competenza, nell’ambito del consueto piano di prevenzione. Chi ha il piede pesante sull’acceleratore rischia sanzioni salate. Con gli autovelox e i telelaser (questi ultimi dotati di sensori a infrarossi e in grado di rilevare le infrazioni a distanza), gli agenti dipendenti da Palazzo dei Celestini sorveglieranno le provinciali, seguendo come sempre un preciso calendario.

Calendario autovelox e telelaser novembre 2018

Per quanto riguarda gli autovelox, si comincia il 1° novembre sulla strada provinciale 363 Maglie-Santa Cesarea Terme, dal chilometro 25+870 al chilometro 31+650, con postazioni presenti dalle 12 alle 19 e si termina il 29  sulla strada provinciale 362 Lecce-Galatina dal chilometro 9 al chilometro 10, fra le 6 del mattino e le 13.

I telelaser, invece, saranno impiegati dal 1° novembre, iniziando dalla strada provinciale 358 Porto Badisco-Santa Cesarea Terme, dalle 6 alle 13, finendo il 30 novembre sulla strada provinciale 360 Casarano-Taurisano, sempre nella stessa fascia oraria. La mappa dei controlli (con località, fasce orarie, punti in cui vengono collocate le apparecchiature), come sempre, si può scaricare in formato Pdf. Automobilisti avvisati…

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Per tutti gli automobilisti incappati in questi sistemi che non svolgono funzioni di prevenzione ma, molto spesso, sono utilizzati solo per fare cassa. CASSAZIONE con sentenza 24214/2018: Dev’essere annullato il verbale per eccesso di velocità rilevato a mezzo autovelox sulla strada extraurbana secondaria se la contestazione non contiene gli estremi del decreto prefettizio che autorizza l’installazione del dispositivo su quel preciso tratto di strada. Il trasgressore ha diritto di poter rinvenire gli estremi del decreto prefettizio all’interno del contenuto del verbale. CASSAZIONE, con sentenza 5227/2018, ha affermato che la mancata indicazione della taratura periodica dell’Autovelox nel verbale di contestazione, fa scaturire la nullità di tale atto, considerato che solamente nel caso di indicazione della taratura dell’apparecchiatura di rilevazione della velocità la contestazione può ritenersi valida e affidabile. CASSAZIONE, sentenza 25030/2017: Sul tratto rettilineo gli accertatori possono posizionarsi in modo tale che, misurata la velocità delle autovetture in transito, possono fermare l’autovettura di cui si era rilevato il superamento. Per la Cassazione è nullo il verbale se non indicate le motivazioni della mancata contestazione. CASSAZIONE sentenza 27771/2017: è nullo il verbale con cui viene solo genericamente contestato l’eccesso di velocità da parte dell’automobilista. In altri termini, non basta che il suddetto verbale indichi frasi generiche “standard” che in linea teorica potrebbero fare riferimento a qualsiasi tipologia di superamento del limite di velocità, giustificando tale genericità con la circostanza che non fosse stato possibile, al momento della rilevazione, bloccare il conducente del mezzo. Nello specifico, in quei casi in cui l’infrazione viene rilevata in presenza di un lungo rettilineo, dove sarebbe stato possibile, per la pattuglia, fermare l’automobilista senza che vi fossero particolari difficoltà, incombe sugli agenti l’onere si spiegare con precisione la ragione per la quale non hanno potuto procedere con l’immediata contestazione dell’infrazione. CASSAZIONE sentenza 22889/2018: nullo il verbale che non indica taratura dell’autovelox. Il verbale dell’autovelox deve indicare a pena di nullità che l’apparecchio è stato sottoposto a periodica taratura. Solo se nel verbale è indicata espressamente la revisione periodica e non solo la verifica originaria, la rilevazione può considerarsi affidabile. CASSAZIONE sentenza 1189/2015: al Comune è sufficiente la visura al Pra per identificare il proprietario. Non costituisce giustificazione la gestione da parte dell'ente dell'elevato numero di verbali rispetto alla normativa a garanzia del diritto di difesa del cittadino. Verbale nullo notificato 90 giorni dopo la rilevazione dell’infrazione. CASSAZIONE sentenza 7785/2011: Se ad elaborare la multa fatta con l’autovelox non è stato un agente della municipale allora ci sono speranze di vedersi annullata la sanzione. Infatti, dal verbale di accertamento deve emergere “adeguatamente” che il rilevamento è stato fatto da “un agente preposto al servizio di polizia”. CASSAZIONE sentenza 680/2011: Il dispositivo va sempre segnalato. Non basta la segnalazione in anticipo della presenza del dispositivo quando fra il cartello e l’autovelox vi siano degli incroci con altre strade. Infatti, in tal caso il soggetto che si immette sulla strada “controllata” può correttamente sostenere di non essere stato informato. ECC. ECC. ECC. Basta andare su internet per trovare decine e decine di sentenze della Cassazione che, per svariati motivi, annullano verbali autovelox.

Notizie di oggi

  • Politica

    Erio Congedo candidato sindaco? "Non ne ho parlato con nessuno, oggi penso a Fdi"

  • Cronaca

    Doveva essere in viaggio, mai arrivato. Salentino scomparso da giorni

  • Cronaca

    Piratavano il segnale della pay tv, quindici indagati. Eseguite perquisizioni

  • Cronaca

    Feto morto nascosto nell'armadio, due le condanne per infanticidio

I più letti della settimana

  • Muore dopo un malore in casa Raffaele Baldassarre: camera ardente a Palazzo Gorgoni

  • Esplosione nella fabbrica di fuochi d’artificio: muore un 19enne, grave collega

  • Ladri nel caveau della banca: ritrovati 4 borsoni con denaro e ori

  • Marijuana a chili, quattro arresti. Il blitz scatta anche in casa di studenti

  • Un colpo di sonno e l’auto finisce sulla corsia opposta: 21enne in Rianimazione

  • Mattinata tragica in mare, uomo annega durante alcune immersioni

Torna su
LeccePrima è in caricamento