Avvocati nel futuro, tra “Processo telematico” e “Giustizia Algoritmica”

Si terranno domani e venerdì, alle 15.30, nel Palazzo de Pietro, due appuntamenti organizzati dall’Ordine degli avvocati di Lecce dedicati alle nuove tecnologie

LECCE - Avvocati capaci di affrontare senza preoccupazione i cambiamenti introdotti dalle nuove tecnologie: è questo lo spirito di due appuntamenti organizzati dall’Ordine degli avvocati di Lecce nel Palazzo di viale de Pietro, in via Umberto I: il primo, “Dall’Abc all’evoluzione del processo telematico”, si terrà domani alle 15.30; il secondo, “Giustizia Algoritmica: la nuova frontiera tra luci ed ombre”, venerdì, sempre alle 15.30.

Corte di Cassazione e notifiche in proprio a mezzo Pec; lo strumento semplificato per le notificazioni in proprio a mezzo Pec ai sensi della legge numero 53 del 1994; i nuovi presidi tecnologici, strumenti telematici e norme; il punto d’accesso in convenzione con l’Ordine degli avvocati di Lecce: saranno questi i temi della discussione sul processo telematico alla quale prenderanno parte i consiglieri (segretario) Vincenzo Caprioli e Giuseppe Gallo (referente per le attività informatiche), il consigliere dell’Ordine di Bari Nicola Gargano e Giuseppe Ceccarelli, supporto tecnico business Line Lextel.

“Giustizia Algoritmica: la nuova frontiera tra luci ed ombre” sarà invece il terzo e ultimo appuntamento del ciclo di incontri “Diritti nel futuro - Le nuove sfide per il giurista” (i primi due hanno riguardato la Blockchain e il Commercio elettronico) che si svolgerà grazie al contributo dei professori Luigi Viola, direttore scientifico del Centro Studi diritto Avanzato e autore del volume “Interpretazione della legge con modelli matematici” ed Elena Quarta, docente di diritto dell’informatica (Scuola di specializzazione delle professioni legali “Vittorio Aymone”, Università del Salento) e di Daniele Gallucci, magistrato presso il Tribunale di Termini Imerese.

“Il ciclo che si chiude venerdì è l'ultimo di una serie di iniziative che l'Ordine di Lecce ha intrapreso nella convinzione che il giurista non possa disinteressarsi della innovazione tecnologica. Tutti i relatori dei tre incontri sono salentini o si sono formati nel Salento: segno che il territorio è sensibile ai temi trattati e quindi richiede risposte adeguate anche dal diritto”, ha spiegato il consigliere Caprioli, coordinatore dell’evento.

La partecipazione a ciascun appuntamento è gratuita e darà diritto a tre crediti formativi.

La presentazione del volume "Interpretazione della legge con modelli matematici"

In occasione dell’incontro “Giustizia Algoritmica: la nuova frontiera tra luci ed ombre”, l’avvocato Luigi Viola presenterà il volume di cui è autore: “Interpretazione della legge con modelli matematici”, giunto alla II edizione, ha raggiunto i “top five best sellers” nelle classifiche “libri di diritto” e “generale” di Amazon. Già tradotto in inglese e tedesco (traduzione a cura di JasneGeric), è stato presentato in autunno all’Istituto Treccani e verrà presentato a Londra il 21 giugno prossimo presso il Westminster center. La prima edizione era entrata nella classifica dei libri più venduti stilata dal Corriere della Sera.“L’algoritmo “interpretativo”, lungi dall’idea di poter sostituire l’attività interpretativa del giudice, può diventare uno strumento integrativo e di supporto dell’attività del giurista; la certezza giuridica è un valore fondamentale anche per l’economia e può essere raggiunta solo tramite l’ausilio delle scienze esatte, pur senza farne un’applicazione automatizzata e generalizzata, salvaguardando le singole specificità; ad esempio: nell’ambito del diritto di famiglia, gli algoritmi non devono entrare”, ha dichiarato Viola.

“Interpretazione della legge con modelli matematici” si inserisce nella riflessione relativa alla calcolabilità e prevedibilità del diritto, caratteristiche che propendono a dare “maggiore certezza” al diritto anche nella interpretazione del giudice. Premesse queste del grande sviluppo che negli ordinamenti giuridici di common law sta avendo l’Intelligenza artificiale applicata al campo giuridico, AI che produce non solo “ricerche giurisprudenziali smart” ma anche “vere e proprie” previsioni in ordine al risultato giudiziale (predittività dell’esito del giudizio). Il volume, seguendo un approccio più in sintonia con i sistemi di civil law quale quello italiano, è teso a illustrare la formula matematica che traduce in algoritmo l’articolo 12 delle preleggi (che indica il percorso interpretativo al giudice tenuto ad applicare la norma al caso concreto).

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Talenti dal Salento: una giovane ballerina ammessa alla Biennale di Venezia

  • Come avere sopracciglia folte, naturali e curate

I più letti della settimana

  • Un “Tornado” su gruppo di stampo mafioso: 27 arresti, indagato anche un sindaco

  • Tragedia nel pomeriggio ad Otranto. Una donna si lancia dalle mura del castello

  • Scontro tra auto e moto: un 25enne finisce in Rianimazione

  • Dramma al mare: bagnante annega nonostante i soccorsi di un medico in spiaggia

  • Lesioni troppo gravi nello scontro in moto: non ce l’ha fatta il 25enne

  • Una fuga di gas e l'alloggio si sbriciola: zio e nipote travolti dall’onda d’urto

Torna su
LeccePrima è in caricamento