Elezioni Camera penale, l'avvocato Vergine ritorna alla presidenza

La nuova Giunta ha scelto all'unanimità il penalista che aveva già guidato l'Associazione per due mandati, prima del predecessore Silvio Verri. Entrano nel direttivo, noti penalisti

LECCE - E’ Francesco Vergine, 42 anni, originario di Gallipoli, il presidente della Camera penale di Lecce. Un ritorno il suo, che prima del predecessore Silvio Verri, era stato a capo dell’associazione per due mandati.

La decisione è arrivata in tarda mattinata, dopo la votazione da parte dell’Assemblea per il rinnovo della giunta, in seguito alle dimissioni dalla carica di Verri e del componente Arcangelo Corvaglia, rassegnate in seguito alla decisione di candidarsi al Consiglio dell’Ordine degli avvocati.

La scelta di Vergine è stata condivisa da tutti e i nove componenti del direttivo, dove ci sono state delle conferme, come quella di Paolo De Giorgi (vicepresidente), Antonella Corvaglia (segretario), Giampiero Tramacere (tesoriere), e dell’avvocato Mario Ciardo. Ma ci sono state anche alcune “new entry”, come quelle di Giuseppe Corleto, Roberto Rella, Antonio Venneri e Alberto Corvaglia.

E proprio rispetto al loro ingresso, il neo presidente ha espresso grande soddisfazione: “ Essendo rappresentanti di rinomati studi legali, questo non è che un riconoscimento riguardo alla serietà dell’Associazione”.

Riguardo agli obiettivi della Camera penale, Vergine ha affermato di voler puntare sull’aggiornamento e la formazione e di fare sì che l’Associazione diventi un interlocutore necessario per migliorare il sistema giustizia afflitto da così tanti problemi: “E’ doveroso sedersi attorno a un tavolo con gli altri operatori del diritto e ragionare su tutte le questioni che riguardano il processo penale, non solo quelle attinenti al suo svolgimento, ma anche quelle relative alla sua gestione. Mi riferisco alle strutture, ai ruoli di udienza, alla formazione dei ruoli, ai protocolli di intesa sulla gestione delle udienze”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento