Camper postali e disagi nei Comuni. Le soluzioni in atto di Poste Italiane

Dopo la denuncia del sindacato Spi Cgil per i disagi patiti da utenti e personale la società chiarisce: “Lavori nelle sedi non differibili”. A Tuglie, Collepasso e Scorrano situazione tornata alla normalità, postazione mobile a Matino. A Cutrofiano arriva il prefabbricato

LECCE – Disservizi e attese insopportabili sotto il sole cocente nei pressi delle postazioni mobili delle Poste italiane allestite in alcuni comuni del Salento per garantire la continuità del servizio degli uffici chiusi a causa dei lavori di ammodernamento non differibili, dalla società arrivano i correttivi e le precisazioni sulla situazione dopo la denuncia circostanziatra anche da parte del sindacato Spi Cgil di Lecce. Situazione di criticità e difficoltà per le persone più anziane, disabili e  per i pensionati, ma anche per gli operatori in servizio nei camper e postazioni di emergenza, partiti dal caso di Cutrofiano, dove è intervenuto anche il sindaco Oriele Rolli per sollecitare una soluzione per arginare le problematiche all’esterno dell’ufficio postale del paese, e che hanno interessato anche le sedi di Tuglie, Matino, Collepasso e Scorrano.

Proprio in riferimento alla questione complessiva che ha riguardato questi comuni l’ufficio relazioni e comunicazioni esterne di Poste italiane ha fatto presente negli uffici postali di quei comuni “sono stati programmati dei lavori di ristrutturazione e restyling degli spazi interni non procrastinabili”.Nello specifico Poste italiane  precisa anche che sedi rinnovate di Scorrano e Tuglie hanno già ripreso la normale attività già dal 28 giugno scorso, così come quella di Collepasso a partire dal 29 giugno. A Matino è invece attivo un ufficio postale mobile e nei prossimi giorni a Cutrofiano è previsto il montaggio e l’allestimento di una sede provvisoria prefabbricata più confortevole rispetto al camper mobile.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La società di Poste italiane ha assicurato “il massimo impegno per restituire nel più breve tempo possibile le sedi postali ai cittadini”. E anche i cittadini alle prese con riscossioni di pensioni e pagamenti vari sperano che i disagi possano finire nel volgere di breve tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • Commessa contagiata? Chiude il supermercato. Dipendenti in quarantena

  • Doppia tragedia: 70enne si lancia nel vuoto. Una donna cade durante le pulizie

Torna su
LeccePrima è in caricamento