Cani in spiaggia? A Torre Inserraglio adesso sono i benvenuti

La spiaggia aperta agli animali si trova in località Lu Rinaru. Ai padroni sarà richiesto di rispettare le norme su guinzagli, pulizia e vaccinazioni

In foto: la spiaggia riservata ai cani

Nardò – C'è un luogo, lungo il litorale neretino, in cui gli amici a quattro zampe sono i ben venuti. In località Lu Rinaru, a nord di Torre Inserraglio, marina di Nardò, è stata predisposta una spiaggia di oltre 7 mila metri quadri in cui i cani saranno liberi di scorrazzare e tuffarsi in mare.
 
“È un’iniziativa - dice l’assessore all’Ambiente, Mino Natalizio - che mette d’accordo coloro che amano smisuratamente gli animali e li considerano parte della famiglia, con chi invece, per i motivi più disparati e comunque condivisibili, soffre la loro presenza in acqua.”

Il Comune di Nardò nel maggio scorso aveva ottemperato alle prescrizioni imposte dalla legge della Regione Puglia numero 56 del 17 dicembre 2018, in materia di “norme per l’accesso alle spiagge degli animali da affezione”, scegliendo di caratterizzare un’area che verrà dotata delle attrezzature necessarie.

A quell’area oggi si aggiunge una seconda spiaggia, facilmente raggiungibile e già praticabile, dedicata agli amanti degli animali e ai loro inseparabili amici.

All’arrivo i bagnanti troveranno ad accoglierli una cartellonistica multilingue che indica l’inizio della spiaggia adibita alla balneazione promiscua, oltre ai contenitori per la raccolta delle deiezioni.

Il proprietario, lo ricordiamo, ha l’obbligo di condurre l'animale al guinzaglio e di dotarsi del kit per la raccolta degli eventuali fisiologici bisogni. Indispensabile è anche il libretto sanitario che attesti tutte le regolari vaccinazioni.

“Ho incontrato tanti bagnanti, concittadini ma anche persone provenienti da comuni limitrofi - ha commentato il consigliere delegato al Randagismo, Gianluca Fedele - che mi hanno manifestato la loro soddisfazione per avere finalmente messo a disposizione un’area dedicata alla balneazione dei loro cani”.

Al momento dell’apertura della spiaggia al pubblico sono intervenuti diversi esponenti delle associazioni animaliste e le guardie zoofile Agriambiente Lecce, coordinate da Toni Russo, che hanno collaborato al raggiungimento di questo obiettivo.

Le guardie e gli agenti della polizia locale hanno il doppio compito di sensibilizzare il rispetto delle regole e controllare la loro applicazione. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento