Chiazza bianca in mare. Era calce “scivolata” da secchi lavati nelle fontane

Allarme questa mattina sul lungomare di ponente di Porto Cesareo dopo le segnalazioni dello strano fenomeno. Accertamenti di polizia locale e guardia costiera. Disappunto del sindaco Albano

PORTO CESAREO - Un’insolita quanto preoccupante patina biancastra ha ricoperto la limpidezza dello specchio d’acqua antistante il lungomare di ponente di Porto Cesareo e subito dopo le segnalazioni si è proceduto con gli accertamenti di rito per capire la natura e la portata della questione. Il tutto è avvenuto nella tarda mattinata di oggi quando una chiazza bianca è comparsa all'improvviso lungo il tratto costiero facendo temere una forma di inquinamento o di sversamento incontrollato. Numerose sono state le segnalazioni giunte presso il comando della polizia locale e all’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea. Sul posto si sono recati, per un sopralluogo, il sindaco Salvatore Albano e i vigili urbani e anche il personale della guardia costiera.

Si è potuto da subito appurare che il fenomeno non era riconducibile a qualche fluorescenza algale tipica in questo periodo anche lungo il litorale ionico per via dell’innalzamento delle temperature. Da una verifica più approfondita, da quanto precisato anche dal primo cittadino, la macchia in mare è stata provocata da qualcuno che in maniera arbitraria ha pensato bene di ripulire dei secchi di calce e materiale edilizio nelle fontaniere del lungomare, riversando poi il contenuto nelle griglie di scolo e nello specchio marino antistante la riviera di ponente e il porticciolo cesarino. Il personale della polizia locale e della capitaneria di porto, con l’ausilio di panne di contenimento e con mezzi idonei per l’aspirazione, sono intervenuti per recuperare il materiale sversato e per ripristinare lo stato dei luoghi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un comportamento incomprensibile ed incurante del territorio da parte di chi non ha nessun scrupolo e rispetto per il prossimo e l'ambiente” il duro commento del sindaco Salvatore Albano. Sono ovviamente in corso gli accertamenti da parte degli agenti della polizia locale e dei militari della guardia costiera per risalire ai responsabili dell’episodio. Al vaglio anche le registrazioni delle telecamere poste nella zona del litorale che potrebbero fornire ulteriori elementi utili.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Torna su
LeccePrima è in caricamento