In oltre cinquemila in spiaggia per aspettare l'alba con Daniele Silvestri

In occasione di "Alba Locomotive" la marina di San Cataldo affollata come non mai. Ha funzionato il piano mobilità: in tanti hanno usato i bus fino a questa mattina

Una foto dell'organizzazione scattata col drone.

LECCE - Si è concluso con il sole già ben delineato all'orizzonte il concerto "Alba Locomotive" organizzato a San Cataldo dal Locomtive Jazz Festival in collaborazione con il Comune di Lecce. A esibirsi c'era Daniele Silvestri, cantautore romano di assoluta caratura artistica. 

All'evento hanno assistito più di cinquemila persone, e duemila di queste sono giunte nella marina leccese con i mezzi della linea 32 del trasporto pubblico (2100 all'andata, 1850 al ritorno). Soddisfatto il sindaco, Carlo Salvemini: "Questo ha consentito un afflusso e deflusso ordinato, ha evitato che la la marina fosse invasa dalle auto, ha permesso di vivere la manifestazione senza disagi tensioni stress. Un’altra occasione con la quale abbiamo voluto ribadire l’importanza di investire sulla mobilità pubblica".

I bus, a partire dalle 23 e fino all'inizio del concerto, previsto per le 4.30, hanno avuto una frequenza di 15 minuti. I mezzi prima di avviarsi verso San Cataldo hanno accolto passeggeri nelle fermate del percorso, comprese quelle dei parcheggio del City Terminal, di Settelacquare e del mercato bisettimanale di via Roma. Di contro, il transito dei mezzi privati è stato fortemente limitato con la chiusura della Sp 364, Lecce-San Cataldo, sin dalle 22, in direzione della marina. La regolare circolazione è ripresa verso le 7.15 del mattino, una volta completato il deflusso: sono partiti anche dieci mezzi uno dopo l'altro per riportare il pubblico in città.

Il primo cittadino ha voluto ringraziare tutti coloro che, a vario titolo, sono stati coinvolti nell'organizzazione e nella gestione della manifestazione: "Un grazie sentito a chi ha lavorato perché tutto funzionasse a dovere: vigili urbani, protezione civile, operatori del 118, forze dell’ordine, personale della Sgm. oltre naturalmente agli assessori - Paolo Foresio (Spettacolo), Marco De Matteis (Mobilità), Sergio Signore  (Polizia Locale), Angela Valli (Ambiente) e agli uffici comunali: bravi tutti".

Salvemini ha, infine, lanciato di fatto la ricandidatura della marina leccese: "Nei giorni scorsi Raffele Casarano nel presentare questo concerto si augurava di individuare San Cataldo come sede fissa per la chiusura del Festival. Noi siamo pronti a proseguire su questa strada, Raffaele".

Ritirate due patenti

Il comando di polizia locale ha confermato che non ci sono stati problemi di viabilità, nonostante il picco degli arrivi a San cataldo tra le 2,30 e le 4,30 del mattino. Nella marina, organizzati in due turni dalle 19, sono stati impiegati 50 agenti e 25 volontari di protezione civile. Dalle 22 alle 4 su viale Colombo, all'altezza dello svincolo della Sp 366 per San Foca è stato effettuato un posto di controllo con 103 conducenti sottoposti al precursore per rilevare il tasso alcolemico: due automobilisti, risultati positivi, si sono visti ritirare la patente, con decurtazione di deci punti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

  • San Pietro in Lama perde il suo sindaco: stroncato da un infarto Raffaele Quarta

Torna su
LeccePrima è in caricamento