Codiv19, la tenda pre-triage che smista i pazienti. Modifiche anche ai locali

Installata al Santa Caterina Novella, fa da filtro. Dalla mattina di oggi, 5 marzo, è operativa anche una distinzione dei flussi ambulatoriali e dei visitatori

GALATINA - E’ stata collocata ai piedi delle scale dell’ospedale Santa Caterina Novella di Galatina la tenda pre-triage per monitorare il traffico in entrata di visitatori, utenti ambulatoriali e utenti di pronto soccorso: in funzione 24 ore su 24, dalla serata di martedì 3 marzo, e installata in tempi molto brevi dai volontari della Croce rossa italiana della sezione di Lecce, la tenda è il riferimento per chiunque intenda rivolgersi al Pronto soccorso. Il pre-triage, grazie alla presenza costante di personale infermieristico, procede a controllare i pazienti per il coronavirus e rinviarli, se non sospetti, al Pronto soccorso.

All’interno della tenda l’infermiere di turno vi domanderà di compilare un modulo in cui viene chiesto, per esempio, di indicare i sintomi, se negli ultimi 14 giorni avete soggiornato o viaggiato in uno dei Paesi definiti “zona rossa” (Cina, Corea del Sud, comuni lombardi di Bertonico,  Castiglione d’Adda, Vo’ Eugenio, Codogno e altri). O se siete stati in una delle regioni italiane definite “regioni focolaio” come Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Al termine della compilazione, l’infermiere vi indicherà la corsia preferenziale da seguire.

ospedale-3

In queste ore, e anche di notte, all’interno dell’ospedale Santa Caterina Novella gli operai di alcune ditte sono al lavoro per apportare le dovute modifiche ai locali interni del nosocomio: dalla mattina di oggi, 5 marzo, è operativa anche una distinzione dei flussi ambulatoriali e dei visitatori. A ognuno di loro sarà indicato il percorso da seguire e, soprattutto, pazienti contagiosi e non contagiosi avranno delle sale d’attesa differenti. A loro volta saranno divisi in pazienti veicolari e pedonali per i quali sono stati disposti differenti accessi sia per la “camera calda”, sia per gli altri locali. In caso di accesso massivo, il direttore generale dell’Asl di Lecce predisporrà le ulteriori misure in corso di progettazione per l’ospedale di Galatina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video | Ecco come funziona la tenda

Inoltre, la sezione di Lecce della Croce rossa italiana comunica che nella giornata di domenica 8 marzo effettuerà dei meeting informativi avvalendosi dei canali social: “Faremo chiarezza sui comportamenti da tenere in questo particolare momento. Non dobbiamo avere paura e soprattutto non dobbiamo creare allarmismo. Ma dobbiamo cercare di contenere e prevenire un contagio, fiduciosi che questa fase passerà presto” dichiara la responsabile della comunicazione e sviluppo, Mimma Antonaci, della Cri sezione Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Puglia, crescita lenta: nel Salento dieci nuovi casi, tre i decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento