Comune e Us Lecce, buona la prima: al lavoro sulla questione stadio

A Palazzo Carafa, con dirigenti e tecnici, per definire un percorso che porti al rinnovo delle convenzione per la gestione del Via del Mare che necessita di interventi nel breve e nel medio periodo

Sticchi Damiani, al centro, con Salvemini e Delli Noci.

LECCE - Fare in fretta, fare bene. Con questa traccia è iniziato, a Palazzo Carafa, il dialogo tra l'amministrazione comunale e l'Us Lecce sulla gestione dello stadio di Via del Mare dove, tra circa un mese e mezzo, la squadra giallorossa disputerà la prima gara interna del campionato di serie A. L'incontro di oggi è stato convocato per varare una sorta di comitato misto con il compito di curare gli aspetti procedurali e tecnici. 

"Sono soddisfatto per la piena disponibilità che ha manifestato l’amministrazione - ha dichiarato al termine dell'incontro il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani -. Ora inizia un percorso non facile, per arrivare al rinnovo della convenzione o alla rinegoziazione del diritto di superficie a condizioni diverse da quelle poste dal bando precedente, andato deserto. Intanto stiamo proseguendo con gli interventi previsti e mi auguro che questi sforzi trovino una regolamentazione anche per il futuro. Sono abbastanza fiducioso e, anche se attendo i fatti, tutto lascia pensare ad un esito positivo".

Le parole del numero uno del club trovano riscontro in quelle del sindaco, Carlo Salvemini: "Importante è aver ribadito che per quest'anno l'Us Lecce potrà regolarmente svolgere il campionato in via Del Mare; che nel più breve tempo possibile - e nel rispetto delle procedure previste dalle leggi in materia - si perverrà alla soluzione migliore tra le due disponibili: o avviso esplorativo per la manifestazione di interesse per l'affidamento in concessione dello stadio e successiva procedura negoziata di scelta del contraente, previa acquisizione da parte dell'Us Lecce di un piano economico finanziario delle manutenzioni programmate e dei ricavi attesi dalla gestione dell'impianto; oppure rinegoziazione del diritto di superficie come quantificato dalla procedura andata deserta. Ora al lavoro, tutti insieme.

Il club di recente ha fatto la sua proposta: farsi carico di tutte le spese, compresa la problematica e onerosa manutenzione straordinaria, in cambio di una formula che consenta una gestione di lungo periodo, a condizione più vantaggiose di quelle inserite nella convenzione attualmente in vigore e in scadenza nel 2021. In base all'accordo attuale, la società deve al Comune l'uno per cento degli incassi e il due per cento degli introiti pubblicitari. Questo, va detto, solo sulla carta perché in base a un calcolo di compensazioni fatto di stagione in stagione per interventi fatti dall'Us Lecce nell'impianto, il bilancio, per ora, è stato a somma zero. 

L'incontro è stato preceduto da un confronto tra il sindaco, Carlo Salvemini e il presidente del Lecce, alla presenza del vice sindaco, Alessandro Delli Noci. Poco dopo i tre si sono spostati in sala giunta: insieme al numero uno del club erano presenti il direttore generale, Giuseppe Mercadante, il responsabile per lo stadio, Donato Provenzano, l'avvocato Domenico Zinnari, oltre all'architetto Luciano Ostuni che ha predisposto il programma del restyling già illustrato in conferenza il 6 luglio.

Nello stadio di Via del Mare sono già in fase avanzata i lavori di adeguamento impiantistico richiesti dalla massima serie e il Lecce è pronto, inoltre, a rinnovare la veste delle tribune e apportare migliorie di vario tipo, ma il nocciolo della convenzione resta la manutenzione straordinaria: tanto per fare un esempio, l'agibilità della Tribuna Est è in scadenza a dicembre 2020 perché i vari sopralluoghi condotti nelle ultime due stagioni hanno messo in evidenza criticità strutturali importanti alle quali si è posto un primo rimedio nei mesi scorsi, ma servono milioni di euro.

Per l'amministrazione, oltre al primo e al secondo cittadino e alla segretaria generale, Anna Maria Guglielmi, c'era, praticamente mezza giunta: gli assessori Paolo Foresio (Sport), Marco De Matteis (Mobilità) - che, come il sindaco, hanno già rinnovato l'abbonamento - l'assessora Rita Miglietta (Urbanistica e Patrimonio) e il capo di gabinetto, Elisabetta Ciulla. Presenti anche  dirigenti e funzionari dei diversi uffici interessati - Impiantistica, Lavori Pubblici, Patrimonio e Urbanistica - che ora porteranno avanti il confronto con Mercadante, Provenzano e Zinnari in rappresentanza del club.

riunionestadio-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento