Danneggiata scritta di benvenuto a Porto Cesareo: il sindaco invita all’autodenuncia

Monito del primo cittadino Albano che ha segnalato i danni causati dalla bravata di alcuni ragazzi ripresi dalle telecamere di videosorveglianza: “Sappiamo chi siete, pagate i danni”

PORTO CESAREO - Non è certo stata realizzata per sedersi o per ammassarsi nelle sue vicinanze, ma per fornire un caloroso saluto di benvenuto ai turisti e visitatori che amano quel lembo di litorale in quel di Porto Cesareo. Oggi però il sindaco Salvatore Albano con un suo post ha segnalato l’amara sorpresa: la grande scritta Porto Cesareo incastonata tra un cuore che campeggia a pochi metri della zona portuale è stata danneggiata. Per la precisione si tratta della lettera “C” che non ha retto al peso di qualcuno che su quella scritta ha pensato bene di sedersi, magari in maniera irresponsabile ma non dolosa, ma che ha provocato il danno in questione.

“Distrutta la scritta di benvenuto a Porto Cesareo” comunica il sindaco Albano, “tutti abbiamo fatto delle bravate e ci abbiamo riso sopra, ma a volte queste, quando rasentano la stupidità possono avere un costo salato. So che non è stato un atto vandalico, ripeto, ma solo una bravata, perciò vi esorto spontaneamente ad autodenunciarvi e pagare i danni. Naturalmente le telecamere hanno ripreso voi e la vostra auto con la targa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza della zona è stato appurato infatti che il danneggiamento è legato alla scelta di tre ragazzi che giunti sul litorale hanno deciso di “accomodarsi” non sulle panchine pur presenti sul lungomare ma sulle lettere della scritta di benvenuto che ha ceduto. L’invito del primo cittadino è stato rivolto ai responsabili come atto di ravvedimento e di rispetto civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento