In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

In ribasso rispetto a ieri, ma comunque ancora alti se raffrontati ai giorni precedenti i dati diramati dalla Regione sui positivi al Covid-19. Nel Salento sono stati 24 i casi

LECCE – In ribasso rispetto a ieri, ma comunque ancora alti, se raffrontati ai giorni precedenti. Sono i numeri riguardanti i test risultati positivi all’infezione dovuta al virus Covid-19. Dopo il picco di venerdì 27 (152 casi), oggi il dato in tutta la Puglia si è attestato a quota 124. La comunicazione del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, come sempre sulla base delle informazioni provenienti dal direttore del dipartimento Promozione della salute, Vito Montanaro, è arrivata quest’oggi in leggero anticipo e ha riguardato un totale di 1.267 tamponi.

In provincia di Bari sono risultati positivi in 25, nella Bat 4. Sono stati 23, invece, i casi accertati nella provincia di Brindisi e ben trenta in quella di Foggia. In provincia di Lecce, invece sono stati 24 (14 in meno di ieri), mentre in quella di Taranto 15. Restano da attribuire la provincia precisa in tre casi. Sul fronte dei decessi, purtroppo se ne sono verificati due. Uno in provincia di Lecce (98 anni) e un altro in quella di Foggia (74 anni).

Dall'inizio dell’emergenza sono così saliti a 11.500 i test effettuati. A tutt’oggi, in Puglia, risultano 25 pazienti guariti, su 1.458 casi di positività al nuovo ceppo di coronavirus riscontrato. Il dato più elevato, in provincia di Bari (469), mentre 96 nella Provincia di Bat; segue quello di Foggia (355); terza la provincia di Lecce (239). Infine, 148 nel Brindisino e 93 nel Tarantino. In 17 casi l’attribuzione è andata a residenti fuori regione, mentre sono ancora 41 gli affetti dal virus per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

Le statistiche

Sul piano statistico, l’età media dei contagiati è di 58 anni. Solo il 2,3 per cento ha da 0 a 18 anni; il 32,1 per cento ha un’età compresa fra i 19 e i 50 anni; il 40,2 per cento da 51 a 70 anni; il 25,4 per cento di pazienti sono ultrasettantenni. Dal punto di vista clinico (informazione nota su un totale di 903 casi), gli asintomatici risultano il 12 per cento, i severi il 16 per cento, i critici il 12,1 per cento, coloro che manifestano una scarsità di sintomi il 25,2 per cento e i più hanno manifestazioni lievi (34,7 per cento). Sono i maschi i più colpiti (57,4 per cento), con le femmine che si attestano al 42,6 per cento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bollettino Covid 28-03

Sul piano della mortalità, per 71 casi, si è registrato un decesso nella fascia 40-19 anni (tasso di letalità dello 0,4 per cento), quattro sono rientrati in quella dai 50 a 59 (tasso dell’1,2 per cento), sei in quella dai 60 ai 69 (tasso del 2,2 per cento), 22 in quella da 70 a 79 (tasso dell’11,8 per cento), 26 in quella da 80 a 89 (17,1 per cento) e 11 fra gli ultranovantenni (tasso del 23,9 per cento). Il tutto, per un tasso complessivo di letalità pari al 4,9 per cento dei casi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Arrivi da fuori regione: 20mila entro domenica, uno su tre dalla Lombardia

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Il maltempo concede il bis: sferzata di grandine e pioggia sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento