Emiliano premia Richard, il giovane che ha bloccato il rapinatore del supermercato

Oggi in Regione la consegna del premio “Radice di Puglia” al nigeriano che ha sventato la rapina al Sisa di Gallipoli. Lavorerà come magazziniere. Riconoscimento anche da Minerva

la consegna del premio a Richard

GALLIPOLI - Lo scorso sabato, in seguito ad una rapina avvenuta nel supermercato "Sisa-Gaetani" di via Alfieri a Gallipoli, il giovane Richard Iyere, ha bloccato il rapinatore che, a volto coperto e armato di una pistola, poi rivelatasi giocattolo, aveva fatto irruzione nell'esercizio commerciale minacciando gli impiegati e gli avventori al fine di farsi consegnare circa 500 euro da una cassiera, per poi fuggire. Per quel gesto di coraggio, oltre alle attestazioni di stima, il 33enne nigeriano ha già ricevuto la promessa del titolare del supermercato, Mauro Gaetani, di una sua assunzione presso uno degli esercizi commerciali in qualità di magazziniere. Entro una decina di giorni sarà al lavoro. Intanto questo pomeriggio il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha consegnato al giovane extracomunitario il premio "Radice di Puglia". Il premio, istituito con decreto del presidente della giunta regionale, è riconosciuto, tra l'altro, in favore di persone che si sono distinte per la diffusione di ideali di onestà e per il conseguimento di significativi risultati nel settore sociale, valorizzando e diffondendo l'immagine della Puglia, Emiliano al termine dell'incontro che si è svcolto presso la presidenza regionale e al quale ha partecipato anche Mauro Gaetani, ha consegnato a Richard, una Manna di San Nicola.

“Richard si è distinto per il coraggio ed il senso di giustizia dimostrati dal momento che, senza esitazione, ha ingaggiato una colluttazione con il rapinatore in fuga, a rischio della propria incolumità” ha ricordato il governatore, “ed ha di fatto sventato la commissione di un reato ed ha reso possibile l'arresto e la consegna alle forze dell'ordine del pregiudicato. Volevo ringraziare Richard per il suo gesto di legalità e di solidarietà verso chi in quel momento era in una situazione di pericolo, dando così una mano a ripristinare la legalità anche alle forze dell'ordine. Qui c'è poco da parlare” ha chiosato Emiliano, “lui ha fatto un gesto e ha fatto vedere di che pasta è fatto. Ha messo a rischio la sua incolumità per aiutare una persona, un nostro fratello come lui. Per questo  voglio dire grazie a nome di 4milioni di pugliesi che sono consapevoli di avere accolto un fratello, nel momento stesso in cui hai deciso di stare con noi".

"Richard non è pugliese di nascita” ha concluso il presidente Emiliano, “però oggi noi gli diamo un premio che si chiama Radice di Puglia, il che significa che oggi lui è una di quelle persone alle quali noi ci teniamo per non essere spazzati via. Richard ci da una mano ad essere come vogliamo essere. Ci ha aiutato in un momento difficile e, ne siamo certi, ci aiuterà anche in futuro e noi cercheremo di dare una mano a lui. Se tutta l'umanità applicasse queste regole, io credo che potremmo vivere più felici e avere molti più risultati positivi. Grazie Richard e grazie anche Mauro perché l'umanità ha tante cose belle da raccontare". Anche l’amministrazione comunale di Gallipoli e il sindaco Stefano Minerva riceveranno in Comune, forse già nella giornata di domani, il giovane nigeriano per tributargli il ringraziamento personale e a nome della città per il suo alto senso civico e il suo atto di altruismo e coraggio.   

“La cosa peggiore che possa capitare è odiare, detestare le categorie astratte, quelle che nell’immaginario collettivo vengono percepite come diverse” ha detto nei giorni scorsi il primo cittadino, “rimangono tali, fino a quando non avviene una svolta, non vi è un punto di contatto con un rappresentante di questa categoria e ne cambia la percezione. Questo, è quello che è accaduto per alcuni, dopo aver appreso la notizia di Richard, giovane nigeriano che ha sventato una rapina in un supermercato gallipolino. Un gesto straordinario, coraggioso che non tutti avrebbero compiuto” ha aggiunto Minerva, “Richard, oggi è per me e per tutti, un eroe. Solo un eroe mette a rischio la propria vita per il bene degli altri, per una giusta causa. Quanto accaduto è l’ennesima dimostrazione che ciò che conta è il cuore grande delle persone, non il loro colore di pelle. In quanto primo cittadino, mi sento in dovere di ringraziarlo a nome di tutta la città: nel corso della settimana, lo convocherò nel mio ufficio per stringergli la mano e donargli una targa di merito”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento