Famiglia Quarta in difficoltà: chiesto lo stralcio dei debiti e un piano su misura

La sindrome di Duchenne ha segnato la vita di due gemelli: uno è scomparso nel 2016, l'altro è costretto nel suo letto, attaccato ai macchinari. L'associazione Codici chiede un intervento immediato delle istituzioni

MERINE – Il buonsenso prima della burocrazia. In fondo è questo che chiede l’avvocato Stefano Gallotta, segretario dell’associazione Codici Lecce, in merito alla delicata situazione della famiglia Quarta di Merine alle prese con le conseguenze, di ogni tipo, scaturite dal dover far fronte alla sindrome di Duchenne per i gemelli Marco e Sergio, intanto deceduto nel dicembre del 2016.

Si tratta di una patologia neuromuscolare degenerativa che costringe chi ne è colpito ad una dipendenza costante dall'assistenza meccanica, per la ventilazione artificiale e per la nutrizione soprattutto. Più volte dagli organi di informazione locale è stato dato spazio alla vicenda, in modo da sollecitare le istituzioni a tutte le iniziative possibili per agevolare la famiglia, alle prese con notevoli problemi, anche di tipo economico.

Col passare del tempo e con l’accumulo di arretrati rispetto a utenze e tributi locali il quadro è peggiorato tanto che l’associazione Codici chiede lo stralcio “dei debiti che hanno portato al preavviso di fermo dell’auto e, più in generale, un piano di sostegno economico personalizzato per affrontare i debiti di questa sfortunata famiglia, debiti che sono determinati, è bene ricordarlo a chi di dovere, dalle condizioni cliniche dapprima dei gemelli e, oggi, del solo Marco”.

L’avvocato Gallotta riferisce che il gemello rimasto in vita, le cui condizioni tra l’altro sarebbero in peggioramento, avrebbe espresso già in passato la richiesta di staccare i macchinari, consapevole della situazione estremamente complessa cui deve misurarsi ogni giorno la famiglia per andare avanti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento