Frazione organica dell'Aro Lecce 11: Melpignano è disponibile, ma con specifiche garanzie

Dopo il tavolo tecnico in provincia, si procede verso una soluzione temporanea: il piccolo comune della Grecìa Salentina in soccorso, ma il sindaco detta delle regole di tutela ambientale

Una foto dell'incontro a Palazzo Adorno.

LECCE – Resta quella del sito di Melpignano la soluzione tampone più percorribile per il conferimento della frazione organica prodotta nei comuni dell’Aro 11 – Gallipoli, Taviano, Melissano, Alliste, Racale – data l’indisponibilità dell’impianto di Cave Marra, a Galatone, come sito di trasferenza (la piattaforma dove vengono convogliati i materiali prima dell'invio ai centri di trattamento specifico). Delle vicenda si è discusso questa mattina a Palazzo Adorno nel corso di un tavolo tecnico con il presidente della Provincia, Stefano Minerva.

Il primo cittadino di Galatone, Flavio Filoni, ha ribadito come l’impianto del suo territorio sia oramai ai limiti della capienza consentita, pari a 10mila 400 tonnellate annue. Il sindaco del piccolo comune della Grecìa Salentina, Ivan Stomeo, ha dato la sua disponibilità dell’impianto che già nel 2009 fu utilizzato in circostanze urgenti, ma con delle condizioni ben chiare: il conferimento deve essere temporaneo, i rifiuti tracciabili sia in entrata che in uscita, i mezzi omologati e dotati di tutte le certificazioni – si vuole evitare la perdita di percolato e il rischio di stazionamenti prolungati - e l’impianto predisposto con le autorizzazioni degli enti preposti e con le dotazioni materiali del caso. All’incontro hanno partecipato anche i primi cittadini dei comuni degli Aro 6,7,8 e 11, i rappresentanti dell’Agenzia regionale per i rifiuti, di Gial Plast srl, che gestisce la raccolta nell’Aro 11, e di Progetto Ambiente Bacino Lecce Due per il sito di Melpignano.

Minerva da parte sua ricordato che gli ambiti di raccolta oltre l'11 devono impegnarsi a individuare il centro di trasferenza all’interno del proprio territorio, come previsto dalla gara d’appalto. Si tratta di oltre 40 comuni della provincia di Lecce. L’Aro Lecce 6 comprende Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Nardò, Neviano, Sannicola, Seclì, Tuglie: l’Aro Lecce 7 annovera nel proprio bacino Castro, Diso, Minervino, Nociglia, Scorrano, Spongano, Uggiano la Chiesa, Botrugno, Cutrofiano, Giuggianello, Poggiardo, Sanarica, San Cassiano, Supersano, Andrano, Muro Leccese, Ortelle, Otranto, Santa Cesarea Terme, Surano; l’Aro Lecce 8 include i territori di Alessano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù, Salve, Tiggiano e Tricase.

Potrebbe interessarti

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

I più letti della settimana

  • Tragico scontro tra auto e moto sulla litoranea ionica: muore 31enne

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Si torna a sparare in città: esplosi tre colpi di pistola contro un’auto

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento