Un argine alla violenza sulle donne. Triplo appuntamento nel week end

Comune di Gallipoli e Commissione Pari Opportunità hanno organizzato convegno e fiaccolata. Nella biblioteca dibattito promosso da Gallipoli Futura

Il Comune di Gallipoli.

GALLIPOLI – Un abbraccio corale tra politica e associazionismo, oltre qualunque steccato ideologico e di appartenenza partitica, per smuovere le coscienze e palesare il no convinto ad ogni forma di violenza e sopraffazione. Un calendario ricco di appuntamenti e riflessioni quello che si affaccia in questo week end a Gallipoli in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Tra domani e domenica sono almeno tre gli appuntamenti promossi per segnare tangibilmente il no alla violenza e per innalzare la soglia dell’attenzione sulla problematica.   

La commissione e l'assessorato alle Pari Opportunità del Comune ionico, rappresentati dalla presidente Filomena Micale e dall'assessore Angelo Mita, hanno inteso aderire alle celebrazioni in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Il primo appuntamento è previsto per domani mattina alle 9,30 con l’incontro dal titolo "Violenza di Genere: Parliamone", realizzato in collaborazione con l’associazione Fidapa e con gli Istituti di istruzione superiore del territorio. Varie le personalità coinvolte: dal presidente della Provincia di Lecce e sindaco della città di Gallipoli, Stefano Minerva, al Consigliere di Parità regionale. Anna Grazia Maraschio e alla consigliera di parità della Provincia, Filomena D’Antini, oltre al contributo della presidente della Commissione alle Pari opportunità della Provincia di Lecce, Teresa Chianella e dei dirigenti degli istituti superiori tra cui Paola Apollonio, Antonio Errico, Cosimo Preite. Sono previsti anche gli interventi della presidente Fidapa, sezione di Gallipoli, Anita Marzano e della segretaria nazionale Fidapa, Fiammetta Perrone. Tra gli ospiti il procuratore generale della Corte d’Appello di Lecce, Nicola D’Amato, Don Francesco Marulli, direttore pastorale sociale e del lavoro, Antonio Girau, primario di medicina e chirurgia d’accettazione d’urgenza dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli, e la psicologa Liliana De Maria. A rafforzare l’evento domenica a partire dalle 17 con partenza da piazza Giovanni XXIII, è stata organizzata una fiaccolata lungo il corso principale della città: Gallipoli aderisce così a “Salento in marcia contro la violenza sulle donne”, la manifestazione che partirà contemporaneamente in ogni comune della Provincia di Lecce.

Essendo la lotta alla violenza un pilastro fondate dell'associazione di Gallipoli Futura, anche il sodalizio politico culturale, promuovendo la partecipazione alla fiaccolata, ha organizzato, sempre per la giornata di domenica, alle 10, un incontro-dibattito in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne. L’appuntamento è presso la biblioteca comunale di Sant’Angelo nel centro storico. Previsti il saluto dell’assessore comunale alle Pari opportunità, Angelo Mita,  e gli interventi dell’avvocato Monica Villanova, della psicologa Gloria Lagetto, dell’assistente sociale Maria Letizia Cafaro, della giornalista e scrittrice Maria Pia Romano, della presidente della sezione Fidapa, Anita Marzano. L’incontro sarà introdotto dalla professoressa Fabiana Longo con il monologo “la violenza delle parole”.       

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Mercatone Uno, fallisce la società. Dramma occupazionale per 123 famiglie

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Incidenti stradali

    Collisione con handbike, disabile ferito e autista positivo alla cannabis

  • Cronaca

    Pestato e ferito da un colpo d'arma, preso il complice del violento raid

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento