I tre candidati: "La vera novità siamo noi di Avvocatura di Base"

De Mitri, Zecca ed Elia: "Siamo stati i primi a formulare un programma con obiettivi da raggiungere e soluzioni ai problemi che interessano quotidianamente tutti noi avvocati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

La vera novità è Avvocatura di Base, con Salvatore De Mitri, Massimo Zecca e Marco Luigi Elia. In questa competizione elettorale ci sono tre gruppi e noi, che siamo la BASE e siamo la maggioranza.

Noi di Avvocatura di Base siamo stati i primi a formulare un programma con obiettivi da raggiungere e soluzioni ai problemi che interessano quotidianamente tutti noi avvocati, al fine di rilanciare il ruolo dell’Avvocato nella Società e nei Tribunali.

Precisiamo che, noi, a differenza degli altri gruppi, non abbiamo né presidenti in pectore e né “capi”. Il nostro unico “capo” è la BASE dei Colleghi che abbiamo ascoltato sin dall’inizio e recepito le loro istanze.

Se eletti, vogliamo convocare subito un’Assemblea per discutere di tutti i problemi che riguardano Noi Avvocati, con la formulazione di soluzioni concrete ed immediate.

È nostro obiettivo primario istituire, di concerto con il Tribunale, una commissione straordinaria per il pagamento entro sei mesi di tutti i compensi professionali arretrati e maturati con il patrocinio a spese dello Stato che tardano ad essere corrisposti. Non osiamo immaginare nessun lavoratore che venga pagato con ritardi di due – tre anni. Noi vogliamo vivere del nostro lavoro e ci devono rispettare perentoriamente.

Siamo quelli che, sin dalla prima ora, abbiamo proposto di ottenere per noi Avvocati parcheggi gratuiti nelle zone adiacenti i Tribunali, per permettere di svolgere con serenità il nostro lavoro e di avere arredamenti decorosi e degni di un Palazzo di Giustizia.

Inoltre, ci stiamo battendo per l’abbattimento immediato delle barriere architettoniche, perché è inconcepibile che un Palazzo di Giustizia risulti, di fatto, inagibile, oltre che fatiscente, con pericolo di crollo.

Noi riteniamo che ci sia bisogno di guardare al futuro dell’Avvocatura e che i giovani avvocati debbano assumersi la responsabilità delle cariche e permettere un ricambio generazionale in seno al Consiglio, necessario per non appiattire il pensiero e l’azione forense.

Siamo tre giovani avvocati capaci e titolari di propri studi legali che vivono con entusiasmo e dignità la professione forense. Allo stesso tempo siamo responsabili e basiamo la nostra condotta sulla lealtà e la correttezza con i nostri Colleghi. Il principio cardine è la nostra autonomia e la nostra indipendenza e lo stiamo dimostrando anche in questa campagna elettorale, atteso che la nostra identità si fa sempre più forte ogni giorno che passa. Siamo orgogliosi del fatto che, i nostri Colleghi ci sostengono per le idee e non per la simpatia che possiamo esprimere. Il nostro programma è forte soprattutto perché espressione della BASE e noi riteniamo che il tempo del silenzio e delle lamentele di corridoio sia finito ed apriremo le porte del Consiglio a tutti i Colleghi, per farli sentire a casa propria.

Per questi motivi chiediamo ai Colleghi di votarci e comunichiamo che, in ordine di presentazione delle candidature, siamo così disposti: 17) Salvatore De Mitri 18) Massimo Zecca 19) Marco Luigi Elia.

Torna su
LeccePrima è in caricamento