In attesa del bel tempo, pulizie a Sant’Isidoro. Operai al lavoro su verde, erbacce e cespugli

Avviate nella marina neretina le attività di manutenzione del verde pubblico e il taglio delle erbacce su strade, marciapiedi, aiuole e banchine a ridosso dell’arenile

operai al lavoro a Sant'Isidoro

NARDO’ – In attesa del ritorno preminente della primavera la marina di Sant’Isidoro si rimette a lucido in vista delle prossime festività e dei “ponti” di fine aprile e inizio maggio che riversano sul litorale neretino molti visitatori e i primi turisti. E’ in programma in questi giorni infatti un corposo intervento di manutenzione del verde pubblico e il taglio delle erbacce e dei cespugli su gran parte di strade, marciapiedi, aiuole e banchine a ridosso dell’arenile. Ad eseguire l’intervento sono gli operai e i tecnici della Agriservice Salentina, la ditta a cui il Comune di Nardò ha affidato la manutenzione del verde pubblico. Le temperature miti delle ultime settimane avevano favorito il riverberarsi  di una folta vegetazione, in netto contrasto con il decoro e l’ordine della zona rivierasca. Non a caso anche le segnalazioni da parte di residenti e operatori si sono moltiplicate e l’amministrazione comunale ha deciso di intervenire. L’azione di bonifica a consentito di ripulire già la circonvallazione, via Amalfi, via Otranto, l’area della villa e quella intorno alla torre, via Leuca e via Giusti.

“Ricordo a tutti che non è scontato quello che si sta facendo a Sant’Isidoro” spiega il consigliere delegato alla marina, Giuseppe Verardi, “sarà pure ordinaria amministrazione, ma in cinquant’anni questa marina non ha conosciuto nemmeno quella. Abbiamo asfaltato tre strade e un’altra la faremo prossimamente, abbiamo portato l’illuminazione su altre e riqualificato e illuminato il litorale sino a Torre Squillace, abbiamo realizzato un’area parcheggio a cinque minuti di camminata dalla spiaggia, stiamo lavorando sul progetto Less Barrier per l’abbattimento delle barriere architettoniche sulla costa. E ancora dossi, panchine, marciapiedi, segnaletica e appunto il verde. Abbiamo recuperato i relitti dalla spiaggia e sgombrato lo specchio d’acqua della baia” dice ancora il consigliere comunale, “stiamo contrastando l’abusivismo commerciale e l’evasione con atti e scelte concrete. Non è certo tutto risolto, ma siamo molto attenti e con le maniche costantemente rimboccate”.

Come spesso accade, l’eliminazione delle erbacce ha fatto emergere anche una serie di rifiuti abbandonati (cartacce, bottiglie di plastica, e altro materiale) prontamente recuperati e smaltiti dagli operatorie ecologici della ditta di igiene ambientale.

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Talenti dal Salento: una giovane ballerina ammessa alla Biennale di Venezia

  • Come avere sopracciglia folte, naturali e curate

I più letti della settimana

  • Un “Tornado” su gruppo di stampo mafioso: 27 arresti, indagato anche un sindaco

  • Tragedia nel pomeriggio ad Otranto. Una donna si lancia dalle mura del castello

  • Scontro tra auto e moto: un 25enne finisce in Rianimazione

  • Dramma al mare: bagnante annega nonostante i soccorsi di un medico in spiaggia

  • Lesioni troppo gravi nello scontro in moto: non ce l’ha fatta il 25enne

  • Una fuga di gas e l'alloggio si sbriciola: zio e nipote travolti dall’onda d’urto

Torna su
LeccePrima è in caricamento