Le nuove “aquile” prendono il volo. Pronti quindici piloti per le forze dell’ordine

Gemellaggio delle scuole di volo di Galatina e Frosinone che hanno consegnato i brevetti ai nuovi piloti di aerei ed elicotteri non solo dell’aeronautica, ma anche di vigili del fuoco e guardia costiera

GALATINA - Gemellaggio in volo per i quindici nuovi piloti di aerei militari ed elicotteri che nella cerimonia, organizzata dal comando delle scuole dell’Aeronautica militare, svolta presso la base del 61esimo Stormo di Galatina, hanno ricevuto gli agognati brevetti. Fanno parte di organizzazioni diverse, piloteranno aeromobili diversi e svolgeranno lavori differenti ma, da oggi, hanno in comune un’aquila sul petto.

Sono i quindici nuovi piloti che hanno appena concluso un lungo e difficile percorso di formazione: nove, tutti dell’Arma Azzurra, si sono addestrati al 61° Stormo di Galatina e sono destinati alle linee “caccia” e a quelle a "pilotaggio remoto". Gli altri sei, di cui tre dei vigili del fuoco e uno della capitaneria di porto, oltre a due sempre in quota all’aeronautica militare, provengono dal 72° Stormo di Frosinone. Quest’ultimo, di stanza presso l’aeroporto frusinate, ospita la scuola di addestramento per aeromobili ad ala rotante, e i nuovi brevettati saranno quindi impiegati sugli elicotteri.

La cerimonia di consegna si è svolta questa mattina nell’aeroporto militare di Galatina, nel rigoroso rispetto delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in atto e in uno spazio all'aperto antistante la struttura che ospita il sistema di addestramento integrato. Per il personale dell’aeronautica militare è stato conseguito il “brevetto di pilota militare”, per il corpo nazionale dei vigili del fuoco il “brevetto di pilota di elicottero” e per quello delle capitanerie di porto si tratta di una “abilitazione” al pilotaggio dell’elicottero. Ma la sostanza non cambia.

I due comandanti di Stormo, subito dopo aver appuntato l’ambita “aquila” sulla giacca dei neo-brevettati, si sono complimentati con i giovani piloti per il traguardo raggiunto. Il colonnello Alberto Surace, alla guida del 61esimo Stormo, ha voluto rimarcare come l’evento "rappresenti il coronamento di un sogno per i ragazzi che da sempre hanno avuto la passione per il volo e hanno deciso di mettere quella passione al servizio del Paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il colonnello Davide Cipelletti, comandante del 72° Stormo di Frosinone, ha voluto lodare invece “la capacità del personale dello Stormo e dei frequentatori nel far fronte in maniera positiva alle difficoltà del momento, nel sapersi riorganizzare restando concentrati verso il raggiungimento degli obiettivi professionali e personali”, invitando i brevettati ad essere “orgogliosi del traguardo raggiunto”. Per l’occasione, anche il capo di Stato Maggiore dell’aeronautica militare, il generale di squadra aerea, Alberto Rosso, attraverso un video messaggio trasmesso ai giovani piloti subito dopo l’evento, ha voluto esprimere le proprie congratulazioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento