Lecce e Grecìa Salentina sotto la neve: rallentamenti e code, bus Fse fermi

Nevicata abbastanza intensa dalla notte. Il centro storico di Lecce è splendido, ma sul far del giorno si registrano disagi e interventi di soccorso: in tangenziale in panne l'auto di una donna incinta

Viigli del fuoco chiudono un accesso in tangenziale.

LECCE – Come annunciato dalle previsioni meteo, la neve ha fatto la sua comparsa sul Salento con precipitazioni significative, soprattutto in alcune zone: Lecce e il suo hinterland, la Grecìa Salentina, la costa adriatica in particolare a nord di Otranto. In queste ore i fenomeni si stanno invece concentrando sull’area nord occidentale della provincia, compreso il litorale. Non sono mancati disagi e interventi, ma tutto sommato nella fisiologia di parentesi meteo così estreme per le nostre latitudini.

Nel capoluogo i primi fiocchi si sono visti in piena notte, accompagnati all’inizio da un forte vento. La nevicata si è fatta via via più intensa, per poi scemare intorno alle 7, un tempo sufficiente perché si formasse una coltre di circa cinque centimetri. Le foto in allegato si riferiscono alla fascia oraria tra le 5.30 e le 7 e raccontano di un centro storico capace di regalare l’ennesima declinazione della sua bellezza. A quell’ora, in giro, pochi runner, qualche appassionato di fotografia e i primi lavoratori che procedevano lentamente lungo le strade. Ma con l'approssimarsi della giornata di lavoro si sono fatti sentire i primi inconvenienti.

Viabilità e trasporti

L'ambito più "stressato" è stato quello della viabilità e dei trasporti: il periodo festivo, soprattutto per gli studenti, ha naturalmente limitato i disagi ma si racomanda la massima prudenza su tutte le strade. Ferrovie del Sud Est ha disposto la sospensione del trasporto su strada nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto (fino a nuovo avviso). Intorno alle 7.30 c'è stato un blocco momentaneo del traffico ferroviario, ma la situazione è poi stata avviata a normalità.

Nel capoluogo, sin dal pomeriggio di ieri, la protezione civile è stata impegnata a spargere del sale sulle rampe di accesso e uscita della tangenziale e sul manto di sottopassi e ponti del capoluogo. Ci sono stati comunque in mattinata diversi interventi da parte di polizia stradale, locale e vigili del fuoco: uno per soccorrere una donna in stato di gravidanza la cui auto era rimasta in panne. Al momento sono chiuse, sulla tangenziale Est, le uscite per Lizzanello e per Maglie per tratto ghiacciato, con deviazione per Lizzanello. 

In via Trinchese è caduto un grosso ramo di un albero: tutte le piante stanno sopportando un carico pesante di neve e per evitare pericoli è stata disposta la chiusura della villa comunale di Lecce. In piazza Sant'Oronzo i vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza un cornicione. Anche la prefettura ha disposto la chiusura dei propri uffici.

Senza fissa dimora

Presso la chiesa di San Giuseppe, aperta dalla diocesi per dare ospitalità ai senza fissa dimora, ha trascorso la notte una sola persona. I giovani della comunità di Sant'Egidio avevano allestito sei posti letto, ma ne è stato necessario solo uno: le strutture di accoglienza ordinarie hanno fatto fronte alla situazione. Gran lavoro da parte di Croce Rossa Italiana e di tutte le altre associazioni che senza sosta hanno cercato di fornire assistenza e trasporto a chi ne aveva bisogno: da segnalare un solo particolare intervento della Cri che ha soccorso una ragazza di origine straniera e il figlio di dieci mesi, entrambi in stato di ipotermia, sul piazzale del cimitero, probabilmente in attesa di un autobus. Madre e piccolo sono stati rifocillati, rivestiti di tutto punto e accompagnati nel loro alloggio in un paese della provincia.

Le previsioni

È possibile che la neve si rifaccia vedere in giornata e fino a domani mattina, dopo di che è atteso un deciso miglioramento. Lunedì dunque si torna sui banchi di scuola anche se qualcuno prova a farla franca: da ieri circola su alcuni gruppi social una finta ordinanza del sindaco di Lecce che stabilisce la chiusura degli istituti di ogni ordine e grado per lunedì 7 gennaio. Si tratta di una fake news prontamente smentita: dalla pagina del Comune di Facebook si ricorda al “burlone” di turno che falsificare atti della pubblica amministrazione e firme di pubblici ufficiali costituisce reato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

Torna su
LeccePrima è in caricamento