Mozziconi di sigaretta e plastica: così le spiagge soffocano di rifiuti

Si è conclusa la seconda edizione di un progetto promosso da Legambiente e Corepla. Interessate anche una spiaggia a Otranto e un'altra a Porto Cesareo

Foto di repertorio.

LECCE – I mozziconi di sigaretta rappresentano quasi il 10 per cento dei rifiuti raccolti nell’ambito del progetto “Se butti male… finisce in mare”, promosso da Legambiente e dal Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli imballaggi in plastica (Corepla).

L’iniziativa ha coinvolto in Puglia circa duemila tra studenti, educatori, volontari e comuni cittadini e ha monitorato sette spiagge della regione, per una superficie complessiva di 12mila 700 metri quadri: per la provincia di Lecce una a Otranto e un’altra a Porto Cesareo. , grazie anche ai ragazzi dell’istituto comprensivo di Porto Cesareo e della scuola paritaria Maestre Pie Filippine di Otranto.

Sono stati i pezzi di plastica da 2,5 fino a 50 centimetri, parti cioè di oggetti più grandi, la tipologia di rifiuto più diffusa, all’interno di una casistica che vede anche tappi, coperchi, cotton fioc, polistirolo, bottiglie e buste. Ogni cento metri lineari sono stati trovati oltre mille oggetti.   

“I dati rilevati dal progetto dimostrano quanto sia importante puntare a ridurre nei prossimi anni i rifiuti sulle nostre spiagge e nei nostri mari – ha dichiarato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia –.  Per questo abbiamo voluto coinvolgere gli studenti per renderli non solo partecipi del problema, ma anche e soprattutto per evidenziare le soluzioni che passano sempre di più su politiche di prevenzione e sensibilizzazione, su una corretta gestione dei rifiuti a partire dalla raccolta differenziata e dal riciclo per sostenere e promuovere l'economia circolare. In tale direzione ricordiamo anche l'importante avvio in Puglia del progetto sperimentale del Fishing for litter, promosso da Regione e Corepla, che permetterà ai pescatori di riportare a terra i rifiuti che finiscono accidentalmente nelle reti”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La lotta al marine litter inizia sui banchi di scuola – ha commentato Antonello Ciotti, presidente di Corepla -. Da venti anni il consorzio è in prima linea nella promozione della cultura del riciclo dei cittadini di domani per contrastare la dispersione dei rifiuti in mare o sulle spiagge e trasformarli in nuove risorse con evidenti vantaggi ambientali, sociali ed economici. Questa iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività promosse da Corepla per monitorare lo stato di salute dei nostri mari e attivare nuove sperimentazioni di riciclo. I dati del 2018 confermano che la direzione presa è quella giusta: in Puglia la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica è cresciuta di oltre il 20 per cento. Ci auguriamo che le azioni collettive e le sinergie tra il mondo industriale, associativo e la società civile possano contribuire a raggiungere risultati ancora più ambiziosi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento