Più navette e 1350 parcheggi gratis nel week end, in centro si paga in sei festivi

Il sindaco di Lecce ha presentato le misure per la mobilità fino al 6 gennaio: non ci sarà alcuna chiusura delle strade, ma per proteggere il centro storico la Ztl nei feriali si attiverà alle 13 e non alle 21

Il sindaco Carlo Salvemini.

LECCE – Tredici giorni di navette gratuite dalle 9 alle 22, quattro week-end con mille 300 posti auto altrettanti gratuiti e distribuiti su sette aree di sosta, Ztl attiva nei giorni feriali sin dalle 13, parcheggi a pagamento sulle strisce blu in sei giorni festivi e nessuna chiusura prestabilita di strade cittadine.

Con le misure presentate oggi dal sindaco, Carlo Salvemini, l’amministrazione comunale si pone l’obiettivo di attenuare l’impatto del flusso di auto che si riversa sulla città, offrendo in maniera più continuativa dello scorso anno un’alternativa alla pretesa di arrivare dovunque con il proprio mezzo.

I parcheggi: 1350 posti gratuiti

Da venerdì prossimo, 14 dicembre, saranno disponibili gratuitamente 400 posti a Settelacquare, 360 all’ex Foro Boario,  170 in via Miglietta e altrettanti in via Bernardino Realino, 110 in via di Petraglione, 70 in via Adua così come presso il Principe Umberto. Sono tutti punti dai quali non è complicato arrivare a piedi fino in piazza Sant'Oronzo: i tempi di percorrenza variano da dieci minuti (via Adua) a 23 minuti (Largo Settelacquare) e le distanza variano da 800 metri a 1 chilometro e 700 metri. Numeri che in altre città i pedoni sostengono quotidianamente.

Le navette: attive per 13 giorni

Le navette saranno attive dal 22 dicembre al 6 gennaio (con l’eccezione del 25 e 26 dicembre e del 1 gennaio) due mezzi pubblici faranno la spola ogni dieci minuti dal Foro Boario (servendo anche il parcheggio di via Adua) fino alla rotatoria di via Garibaldi, altre due da Settelacquare fino alla stessa rotatoria, ogni 15 minuti, una navetta partirà da Torre del Parco (a breve distanza dal parcheggio di via Miglietta oltre che da quello di interscambio) ogni 15 minuti. Il servizio sarà attivo dalle 9 alle 22 (il 24 e il 31 stop alle 21).

Strisce blu a pagamento nei festivi

È stato previsto il pagamento anche nei festivi (in tutto sei giorni). Una misura che non è certo nuova, essendo stata infatti adottata anche nel 2011 dall’amministrazione Perrone per poi essere ritirata l’anno successivo in seguito alle pressioni di alcune associazioni di commercianti.

Ma l’intento, ha spiegato Salvemini, non è solo quello di incentivare l’utilizzo delle aree di sosta gratuite, ma anche di impedire che il parcheggio gratuito nelle zone centrali sia utilizzato per le lunghe soste a scapito dei potenziali clienti dei negozi. Quello che accade è, infatti, che gli stalli restano occupati per ore sempre dalla stessa auto: l’effetto negativo è duplice perché da una parte si impedisce un ricambio nella sosta e dall’altra si congestione il traffico con automobilisti in coda alla ricerca ostinata di un parcheggio. I maggiori introiti della sosta tariffata servono a coprire i costi del servizio navetta gratuito, attivo per 13 giorni contro gli 8 dell’anno scorso.

Via XXV luglio resta aperta

Non ci saranno strade chiuse e questo naturalmente pone il rischio di ingorghi. Per proteggere il centro storico l’entrata in vigore della Ztl nei feriali è stata anticipata dalle 21 alle 13, fino alle 6 del mattino seguente (dal 22 dicembre). Così si vuole concentrare in ore antimeridiane le operazioni di carico e scarico delle merci e riservare il centro, nel pomeriggio, alle auto dei residenti e dei possessori di pass disabili.

L’assedio domenicale

Per contenere i disagi registrati nella giornata di ieri, quando anche i pedoni facevano fatica a percorrere Corso Vittorio Emanuele fino a piazza Duomo, l’amministrazione intende predisporre un servizio di “assistenza” da parte degli agenti di polizia locale, per smistare il flusso su percorsi pedonali paralleli e alternativi.

All’afflusso massiccio di ieri ha certamente contribuito la contestualità di tanti eventi: dalla fiera dei Pupi al castello a quella del cioccolato in piazza, dove l’albero e la scenografia di luci sono una tappa di passaggio obbligata, fino al presepe allestito per la prima volta in piazza Duomo.

Il sindaco ha fatto presente che se per un verso l’afflusso massiccio è un motivo di soddisfazione che dimostra la vivacità della città e del cartellone di eventi, per altro verso bisogna evitare paralisi e problemi di sicurezza. Probabilmente basta aggirare il tratto dalla chiesa di Santa Irene fino all’entrata di Piazza Duomo, dove si può arrivare, molto più comodamente, passando da dietro l’ex convento dei Teatini e percorrendo via Palmieri, che è sempre molto più scorrevole del “corso”.

mappa parcheggi (1)-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento