Navi da crociera nel porto di Gallipoli. Salpa la sfida del turismo “luxury”

Presentato il programma crocieristico della città bella promosso con il Gal Terra d’Arneo che prevede lo scalo di otto navi turistiche e circa 5 mila visitatori sino ad ottobre. Il 2 maggio attracca l’Artania con 1.260 passeggeri

La nave da crociera Artania in arrivo a Gallipoli

GALLIPOLI -  La fitta rete di incontri e accordi mossi negli ultimi due anni dall’amministrazione comunale di Gallipoli, in collaborazione con il Gal Terra d’Arneo e le compagnie di bandiera delle traversate turistiche, consolida la città bella, soprattutto quest’anno, come meta di scalo privilegiato delle navi da crociera. A partire da giovedì 2 maggio e sino ad ottobre saranno almeno otto in tutto le navi che entreranno nel porto di Gallipoli: si tratta delle rotte crocieristiche di diverse compagnie, tutte del settore luxury. Si parte dal 2 maggio come detto con i 1.260 passeggeri (oltre ai 537 dell’equipaggio) che a bordo della nave “Artania”, di 230 metri con 8 metri di pescaggio (riveniente dalla tappa del Montenegro), saranno accolti dal sindaco Stefano Minerva e dagli amministratori locali, a nome della città, e accompagnati da musica popolare e attrattive folkloristiche per allietare le ore di soggiorno (dalle 12 alle 18) nello scalo gallipolino. La nave riprenderà poi il suo viaggio in direzione di Malta.

Gli altri appuntamenti già calendarizzati sono quelli del 14 e 15 giugno con l’arrivo a Gallipoli, rispettivamente, della  Crystal Esprit, di 90 metri e con un totale di 162 passeggeri e della Seaburn Encore (di 210 metri con 960 passeggeri). E ancora tappa gallipolina il 24 giugno per la Silver Shadow (186 metri e 755 passeggeri), il 26 settembre per la Cristal Serenity (250 metri e 1.885 passeggeri) e l’8 ottobre per la Sea Dream II (108 metri e 200 passeggeri a bordo). Si attendono i dettagli di date e compagnie di altre due navi da crociera che sono previste in passaggio dalla città bella e di cui si avrà presto contezza. Il piano del programma crocieristico che interesserà la città di Gallipoli in questi mesi è stato illustrato questa mattina a Palazzo Balsamo dopo i lavori del consiglio comunale. Un programma che come è stato sottolineato nell’incontro è frutto dell’impegno assunto dal Comune nel progetto interregionale europeo denominato “Themis”, un progetto interamente finanziato dalla Commissione europea con un volume circa di 179 mila euro che vede la città bella inserita in un sistema di destinazioni turistiche della zona meridionale del continente europeo, insieme all’Isola di Corfù, la città di Paxos e i porti rientranti nell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico meridionale.

“Dopo mesi di incontri e di accordi, abbiamo portato a Gallipoli quanto promesso puntando su un settore sempre in crescita e che rappresenterà la vera svolta per il comparto turistico” ha detto il sindaco Stefano Minerva, ufficializzando la notizia, “sono otto le navi da crociera che verranno a Gallipoli. Dopo due anni e mezzo di costruzioni di reti siamo riusciti a dare alla nostra città quella forza che meritava e a continuare quell’idea di turismo d’eccellenza che ci si aspettava. Un ottimo lavoro di squadra, grazie anche al presidente dell’associazione dei commerciati e imprenditori di Gallipoli, Matteo Spada, per il suo impegno per il Distretto urbano del commercio”. Negli ultimi anni inoltre, la ricerca di nuove rotte da parte delle compagnie crocieristiche verso nuove mete volte alla scoperta di nuovi itinerari con forte aderenza turistica, è stata anche abbracciata dal Gruppo di azione locale “Terra d’Arneo” presieduto da Cosimo Durante che da sempre ha proposto di sfruttare la potenzialità del porto di Gallipoli come attracco alle navi crocieristiche. “La giornata odierna è doppio motivo di gioia” hanno commentato quasi all’unisono il sindaco Minerva e Cosimo Durante, “nasce una bella storia, cresce la città e tutto l’indotto. Per noi la notizia è motivo di orgoglio, tanto che stiamo valutando un protocollo extra insieme alla Regione per portare il territorio nelle fiere. Dobbiamo avere la capacità di attrarre sempre di più il turismo e destagionalizzare. Quello di oggi è per noi e per il Salento intero un segno di un impegno preciso”. Una preziosa collaborazione è arrivata in tale direzione dalla sinergia anche con l’agenzia locale marittima “Antonio De Luca e figli” e con la capitaneria di porto di Gallipoli. “Bisogna anche concentrarsi sull’importanza del porto di Gallipoli che è un porto sicuro ed è un aspetto importantissimo per chi decide di approdare qui. Le navi, sebbene di grandi dimensioni, potranno approdare in tutta tranquillità” ha affermato il comandante Pasquale Mazza al timone della capitaneria di porto del compartimento gallipolino a cui ha fatto seguito anche il pilota di porto, Giacomo Pepe, che conferma: “smentisco chi dice che Gallipoli non è pronta per ospitare navi importanti, perché dal punto di vista tecnico non vi sono ostacoli. Pescaggi e fondali lo permettono, si può immaginare anche l’approdo dei più rinomati circuiti”. Quest’anno dunque il porto gallipolino ha in programma l’approdo di navi da crociera, poche ma di grandi volumi visto le dimensioni delle stesse con una stima di circa 5mila persone, tra passeggeri ed equipaggi, che visiteranno la città, dal centro storico al borgo.

“Il nostro impegno consisterà principalmente nell’elaborazione di un sistema di comunicazione strategica e nella costruzione di infrastrutture leggere che agevolino tecnicamente l’approdo ai passeggeri delle navi” ha garantito l’assessore al Turismo, Assunta Cataldi che si è impegnata a portare avanti un lavoro di programmazione già avviato con gli assessori al ramo precedenti, da Emanuele Piccinno ad Antonella Russo, e con il raccordo del Gal Terra d’Arneo. “Un risultato per Gallipoli e un risultato per la Puglia tutta” il commento giunto invece dall’assessore regionale all’Industria turistica Loredana Capone, “con le navi da crociera in arrivo si conquista definitivamente un nuovo target, una fetta di mercato importante che diviene parte integrante del nuovo turismo gallipolino. L’intero territorio gioisce per quanto di straordinario sta avvenendo: dopo anni di notevole impegno, i risultati sono arrivati e noi non possiamo fare altro che dare man forte a questa nuova apertura e mettere tutte le risorse in campo affinché sia un settore sempre in crescita”. Ora la speranza è che la città con i suoi servizi di accoglienza, e soprattutto con la calibrazione della raccolta dei rifiuti e della differenziata, si dimostri matura e preparata a ricevere le imponenti navi da crociera e le ricadute positive sull’economia turistica che si prospettano. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento