Non raccoglie il “bisognino” del cane, immortalato dalle telecamere e multato

E’ accaduto nel centro storico di Nardò dove un cittadino è stato individuato e sanzionato dalla polizia locale e dalle guardie zoofile per la violazione al regolamento comunale

NARDO’ - Non raccoglie il “bisognino” di uno dei suoi cani e dopo essere stato immortalato dalle telecamere e stato subito multato. E’ accaduto nei giorni scorsi tra i meandri del centro storico di Nardò ai danni di un cittadino che, a spasso con due cani, non ha provveduto a raccogliere le deiezioni di uno dei due animali violando in tal modo le norme del regolamento di polizia urbana. L’episodio non è sfuggito all’occhio elettronico di un impianto di videosorveglianza che ha immortalato la sequenza e consentito poi alla polizia locale e alle guardie zoofile Agriambiente di individuare e sanzionare il proprietario dei cani anche per il mancato senso civico dimostrato.

È stata elevata quindi una multa di circa 100 euro, sia per la mancata raccolta delle deiezioni canine, ma anche per il mancato utilizzo del guinzaglio per uno dei due animali. Quello del recupero delle deiezioni degli amici a quattro zampe da parte dei legittimi proprietari degli animali  è un fenomeno che non accenna a diminuire nelle varie città, non solo salentine, nonostante anche a Nardò come altrove, da tempo, sono stati installati diversi contenitori per la raccolta delle deiezioni canine, che sono utilissimi e che dovrebbero servire anche da “promemoria” per le buone prassi. “A volte basta davvero poco per essere non dico dei cittadini modello, ma almeno capaci di osservare le regole più elementari” spiega il consigliere delegato al randagismo, Gianluca Fedele, “per rispetto della città, degli altri cittadini, e di noi stessi. Purtroppo, qualcuno è superficiale e non ha la consapevolezza di quanto sia bello e importante prendersi cura e tenere pulita la nostra città. Per questo l’attenzione al fenomeno è molto alta da parte nostra e l’ausilio delle telecamere serve, da un lato, a ridurre tendenzialmente al minimo il numero di questa particolare categoria di incivili, dall’altro, a costituire un deterrente per gli aspiranti e incuranti trasgressori”.

Il video: Un cittadino pagherà 100 euro

Il controllo del territorio da parte degli agenti e del comando della polizia locale neretina e delle guardie zoofile dell’associazione Agriambiente (che ha stipulato con l’amministrazione comunale un accordo di collaborazione) sarà costante e mirato a rilevare tutte quelle violazioni previste da norme di legge nazionale e regionale e da regolamenti comunali. Controllo che si avvale, come in questo caso, anche del prezioso ausilio delle telecamere dei sistemi pubblici e privati e delle foto trappole disseminate nei punti strategici, dove, ad esempio, avvengono più di frequente gli abbandoni dei rifiuti. E anche in quel caso sono già state sanzionate diverse persone beccate a smaltire in maniera irregolare materiali e rifiuti di vario genere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Gli adulti amanti degli animali possono anche camminare x strada e incappare in una frittata fatta fresca, ma mi creda, non e' proprio piacevole,ma non vi dispiacete sig. Scaccomatto, daccordissimo con la Sua posizione, ma la cacca si deve sempre raccogliere e buttare negli appositi contenitori, quindi va bene la multa.

  • Sarebbe meglio usare questi impianti di videosorveglianza per sventare furti in abitazioni e capannoni industriali, e non per il bisognino del cane

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Intercettazioni su Marti, la Giunta della Camera dei deputati si tira fuori

  • Cronaca

    Furti dalla borsa e prelievi, badante infedele sottrae migliaia di euro

  • Cronaca

    Vetri in frantumi di notte: tentativo di furto o vandalismo? Al vaglio i filmati

  • settimana

    Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Accerchiata la masseria dello spaccio. E in una grotta, droga a volontà e un'arma

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Attendono il direttore, arrivano i carabinieri: banda colta sul fatto

  • Mercatone Uno, doccia fredda per 256: chiesto concordato preventivo

  • Cocaina, materiale esplosivo e arma in cassaforte: arresti e denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento