Notte della Taranta, l'emozione di Elisa per il concertone: "Sconvolta dai tamburi"

A Melpignano tradizionale conferenza stampa della vigilia. La cantante racconta le sensazioni avute in sala prove. Sul palco anche il rapper Guè Pequeno

Al centro, Elisa.

MELPIGNANO – Oramai evento nell’evento, la conferenza stampa della vigilia ha dato il via al conto alla rovescia per il concerto finale che, sabato sera, chiuderà la 22esima edizione de La Notte della Taranta. La manifestazione, che si è articolata in venti tappe a partire dal 3 agosto, giunge nel cuore della Grecìa Salentina per il suo atto conclusivo: sono attese oltre centomila persone.

Il maestro concertatore, Fabio Mastrangelo (direttore musicale della Russian Philarmonic di Mosca) ha accennato alla traccia che si snoderà durante la lunga serata: “Il connubio in questo concerto sarà evidente e riguarderà proprio ‘incontro con le sonorità russe. L’iniziativa di includere i ragazzi del conservatorio (saranno presenti cinque allievi del “Tito Schipa” di Lecce, ndr) mi è sembrata molto bella visto che sono giovanissimi coinvolti in un evento così importante. Sono 18  gli arrangiamenti per Orchestra popolare e classica e per questo sarà intento comune non disperdere questo importante lavoro. Sarà nostra intenzione portare il programma de La Notte della Taranta a San Pietroburgo e a Mosca”.

Molto attese, come al solito, l’esibizione degli ospiti. Tra loro Elisa che canterà in grico i brani “Aremu e Calinitta” e, in dialetto salentino, la pizzica di Galatone. Inoltre canterà “Luce”, con cui ha vinto il festival di Sanremo, in una versione inedita. “C’è un incontro con una cultura profonda e antica – ha commentato l’artista - e però c’è una propensione ad una modernità sana che è molto propositiva, mi fa ben sperare. Trovo questo ponte molto sano e fertile, trovo ancoranti le radici ma molto aperte alla sperimentazione. Mi sembra un’attitudine perfetta per affrontare il tempo moderno. Qui osservo e ascolto. In sala prove mi sono emozionata, sentire tutti i tamburi è stato sconvolgente. Sono suonati in una maniera impressionante. Vorrei che i bambini suonassero il mio brano con me”.

SERF8877-2Altro big presente sul palco di Melpignano, il rapper Guè Pequeno, invece, sono pronti in scaletta “La coppula” (con il violino di Alessandro Quarta), “Lu sule calau” e “Pizzica di Corigliano”. L’ospite internazionale è Salif Keita (nella foto, accanto) che proporrà il suo “Yamore” in duetto con Stefania Morciano, storica voce dell’Orchestra Popolare, che ha scritto il testo in salentino. L’accompagnamento alla chitarra sarà di Maurizio Colonna.

Il napoletano Enzo Avitabile proporrà un viaggio tra le pizziche della Puglia, da Cellino San Marco e Torchiarolo, fino alla tarantella di San Michele e proporrà, ricontestualizzato, un brano della tradizione popolare salentina “U Pecuraru”, frutto della cultura maschilista che trattava la donna come proprietà giustificandone anche la violenza. Insieme al coro delle donne dell’orchestra, Avitabile, lancerà un messaggio chiaro contro il femminicidio. L’orchestra popolare eseguirà 40 brani durante il concerto con la direzione artistica di Daniele Durante.

“Sono due – ha spiegato il direttore artistico - le parole chiave del Concertone 2019: polivocalità e proposta. Mi sono chiesto  primadi cominciare a preparare questa edizione del Concertone cosa si stesse perdendo? La risposta: la polivocalità, i canti polivocali. Allora ho deciso di riprenderli e di veicolarli attraverso la pizzica. Quindi sentiremo i canti polivocali travestiti da pizzica. Siamo passati dalla riproposta della musica popolare alla proposta”.

Alla conferenza hanno partecipato, tra gli altri, il governatore pugliese, Michele Emiliano, l'assessore regionale all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, il presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Massimo Manera e il sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo. 

Al concertone in treno e bus: l'articolo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

Torna su
LeccePrima è in caricamento