Nuova luce nella città vecchia e sulle riviere. Via libera al progetto esecutivo

Dopo l’ok della Soprintendenza la giunta comunale ha approvato i lavori per l’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione del centro storico ormai obsoleto. Si utilizzeranno fondi per 750 mila euro

GALLIPOLI – Nuova luce per il borgo antico e le riviere di Gallipoli, presto i vecchi lampioni e le lanterne corrose dalla salsedine e del tutto inadeguate per il decoro  e la sicurezza del contesto urbano più significati della città potranno essere finalmente sostituiti. L’amministrazione comunale aveva incamerato già il relativo finanziamento per oltre 750 mila euro  per realizzare  un nuovo ed efficiente impianto di illuminazione pubblica lungo le riviere e nei meandri del centro storico gallipolino. Nei giorni scorso la giunta comunale del sindaco Stefano Minerva, dopo aver incassato il parere favorevole da parte anche della Soprintendenza ai beni architettonici e ambientali, ha approvato il relativo progetto esecutivo e potrà finalmente dare seguito ai lavori sfruttando il finanziamento per 750 mila euro riveniente dal Fondo di sviluppo e coesione.

Un intervento infrastrutturale per i lavori di efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione già avviato dalle precedenti amministrazioni comunali e sul quale si è concentrata l’attività dell’assessorato ai Lavori pubblici, retto da Biagio Palumbo. Dopo il via libera al progetto esecutivo si passerà nelle prossime settimane ad indire la gara per l’affidamento dei lavori. “L’intervento è sottoposto alla procedura prevista dal Codice degli appalti di verifica preventiva dell’interesse archeologico, cui si darà puntuale adempimento nella fase esecutiva dei lavori” spiega l’assessore Palumbo, “e prevede l’esecuzione di carotaggi, prospezioni geofisiche e geochimiche e saggi archeologici con eventuale esecuzione di scavi”.

Nel dettaglio i lavori intesseranno l’intero centro storico: dalla cinta muraria alle strade interne e le piazzette e prevede l’installazione di lanterne quadrate classiche di colore antracite, di ultima generazione con schermo protettivo in vetro temperato compatto e ad alte prestazioni, con tonalità di luce neutra, calda o molto calda con lampade a led, elettricamente isolate dal sistema termico di dissipazione, e con diverse tipologie di funzionamento ed accensione. Le lanterne saranno adagiate su delle mensole composte da un tubo di sostegno in acciaio zincato a caldo e da una placca realizzata in unica fusione di ghisa. Mensole e tubi saranno unite tra di essi da due collari. “Si tratta di un intervento mirato alla conservazione della bellezza della città vecchia, perfettamente in linea con i suoi aspetti architettonici” spiega ancora l’assessore ai lavori pubblici, “tendente inoltre al miglioramento della qualità del servizio, che negli ultimi anni era andato deteriorandosi per via della consumazione degli impianti che andavano sicuramente sostituiti. La sua esecuzione, da realizzarsi nel più breve tempo possibile” conclude Palumbo, “rappresenterà un fiore all’occhiello per le vie e le piazze del centro storico, confermando il vivo interesse che l’amministrazione ha per la parte più bella della città”.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento