Palazzo Carafa garantisce i servizi essenziali. Nuove limitazioni in ateneo

Disposto il lavoro "agile" per una serie di settori dell'amministrazione comunale. Da lunedì chiusi molti edifici dell'Università del Salento

LECCE - Servizi comunali ridotti alle prestazioni essenziali, per il resto ricorso al lavoro "agile". Il sindaco di Lecce ha firmato l'ordinanza con la quale dispone un'organizzazione dei settori di Palazzo Carafa che possa comunque rispondere alle esigenze dei cittadini nella fase emergenziale per la diffusione del Covid-19. 

Gli uffici dello Stato Civile restano aperti limitatamente alla registrazione di nascita e morte; quelli dell'Anagrafe per il rilascio della carta d’identità a seguito di furto o smarrimento; i servizi cimiteriali garantiranno il trasporto, il ricevimento e l'inumazione delle salme; assicurati i trasporti urbani secondo la rimodulazione già annunciata e la raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e speciali. Il settore Mobilità e Viabilità urbana sarà attivato limitatamente all’eventuale adozione di ordinanze contingibili ed urgenti; garantiti gli interventi di pronta reperibilità tecnica per la salvaguardia della pubblica e privata incolumità.

Polizia locale, protezione civile e Servizi Informativi a pieno regime mentre i Servizi Sociali, limitatamente ad eventuali interventi presso il domicilio dell’utente su segnalazione delle forze dell’ordine nonché di assistenza domiciliare (Sad) e assistenza domiciliare integrata (Adi). L'albo pretorio resta aperto solo per il ritiro degli atti depositati presso la casa comunale, operativo invece il servizio notifiche.

In ateneo: chiusura di molti edifici

Anche presso l'Università del Salento sono state adottate nuove misure finalizzate a ridurre al minimo la presenza fisica negli edifici dell'ateneo. Con un decreto del rettore è stato disposto fino al 25 marzo il lavoro agile per tutto il personale, tranne "attività indifferibili da rendere in presenza". 

Chiusi dal 16 marzo tutti gli edifici tranne il rettorato in piazza Tancredi e la sede del Principe Umberto in viale Gallipoli nell'ambito urbano, mentre nel campus Ecotekne saranno accessibili le palazzine A e A6, il college Isufi, l'edificio La Stecca e l'orto botanico. 
Garantita, inoltre, l’apertura continuativa di alcuni Laboratori dei Dipartimenti di Ingegneria dell’Innovazione e di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali.

Il rettore ha ribadito che che lezioni ed esercitazioni, esami di profitto e di laurea saranno garantiti esclusivamente in modalità telematica che riguarderà anche i dottorandi per quanto riguarda la frequenza ai laboratori. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Operazione “San Silvestro”, droga dall’Albania, scattano nove arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento