Il titolare è defunto, ma l'uso in auto prosegue. Polizia locale ritira i pass

In caso di decesso bisogna restituire il tagliando, ma in molti casi si registra l'uso da parte di altre persone per accesso a Ztl e sosta riservata ai disabili

LECCE - Una decina, solo oggi. Tanti sono i pass per disabili ritirarati ad altrettanti detentori da personale della polizia locale. L'attività viene condotta periodicamente per sopperire alla mancata restituzione dei tagliandi, in formato unico europeo, da parte dei familiari dopo il decesso del legittimo titolare. 

Quel che in diversi casi accade, infatti, è che il pass continui a essere usato, in spregio alla normativa che prevede una sanzione amministrativa che parte da un minimo di 84 euro. Ogni tagliando è contrassegnato da foto e firma del titolare, ma, per cercare di passarla liscia, coloro che lo utilizzano - in genere si tratta di familiari -, cercano di lasciare in vista soltanto un parte, occultando quella che reca foto e firma del titolare.

Già nel 2014 il tema dell'utilizzo improprio finì negli articoli della cronaca cittadina: in quell'anno la polizia locale ne ritirò 61 e furono 120 le multe comminate. Il pass consente l'accesso alle zone a traffico limitato e l'utilizzo degli stalli dedicati: ecco perché ogni utilizzo improprio è una forma di violenza nei confronti dei cittadini che ne avrebbero diritto. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Sul lato che si espone c'è un numero di identificazione del pass. Negli uffici del comune c'è il fascicolo con nome e cognome del titolare invalido. È facile verificare sul sito anagrafe del comune se il titolare è deceduto. Molto semplice, solo un po' di volontà.

    • Per la Polizia locale la prassi per la verifica del pass le assicuro che è molto più semplice.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Precipita dal tetto del capannone che voleva comprare, muore sul colpo

  • Cronaca

    L'evento musicale corre sui social, ma mancano le autorizzazioni

  • Cronaca

    Blitz in casa, cocaina e marijuana nascosti in un contenitore sul terrazzo

  • Cronaca

    Accusati dai concorrenti, assolti dai giudici i titolari di un'agenzia funebre

I più letti della settimana

  • Fa un incidente e chiede aiuto: il "soccorritore" tenta di stuprarla

  • Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Vigilante si uccide con una pistola: secondo suicidio simile in poche ore

  • Misteriosa “rapina” a un corriere, scoperto l’autore: è la stessa vittima

  • Brillantante servito invece di acqua, ispezioni di Nas e Asl nel bar

  • Precipita dal quarto piano del tribunale: grave un praticante avvocato salentino

Torna su
LeccePrima è in caricamento