Picco influenzale in arrivo, ospedali in affanno: il piano di potenziamento dei ricoveri

Sessanta posti letto suppletivi dedicati in quattro presidi, oltre a quelli messi a disposizione da tutte le Unità Operative Complesse di Asl Lecce

LECCE - Il picco influenzale è atteso tra gennaio e febbraio, dunque nei prossimi giorni, e la Asl di Lecce, a fronte di una situazione già difficile nelle corsie degli ospedali, ha predisposto un piano di potenziamento dopo un confronto con i responsabili dei vari presidi sul territorio salentino.

Le misure contenute nel provvedimento firmato dal direttore amministrativo, Antonio Pastore, che fa le veci di quello generale, e dal direttore sanitario, Rodolfo Rollo, prevedono l'attivazione di sessanta posti letto dedicati nei reparti di Lungodegenza, Medicina o Riabilitazione tra Gallipoli (20 posti), Galatina (15 posti) e Copertino (tra 10 e 15). Al "Ferrari" di Casarano, invece, resteranno attivi 13 posti letto in Cardiologia, in deroga temporanea rispetto alla programmazione del piano di riordino.

Inoltre i reparti di Terapia Intensiva di Gallipoli, Scorrano e Casarano dovranno essere pronti ad aumentare i posti letto fino a otto. In attesa dell'attivazione del piano di potenziamento, tutte le Unità Operative Complesse - di cui 40 sono solo al "Vito Fazzi" - sono impegnate a mettere a disposizione dei Pronto Soccorso almeno cinque posti letto tra quelli in dotazione, fino a cessata necessità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

  • San Pietro in Lama perde il suo sindaco: stroncato da un infarto Raffaele Quarta

Torna su
LeccePrima è in caricamento