Pupi pronti per essere bruciati. Conto alla rovescia per la notte del fuoco

I fantocci di cartapesta sono tornati nei rioni in attesa dei festeggiamenti di mezzanotte. Il 1° gennaio il rito del fuoco e l’orchestra popolare della Notte della Taranta

GALLIPOLI - I pupi di cartapesta, realizzati dai giovani artigiani e dalle associazioni locali, in mostra per tutto lo scorso weekend in piazza Carducci, sono tornati, o comparsi ex novo, da oggi nei rioni di Gallipoli in attesa di essere bruciati nella mezzanotte dell’ultimo dell’anno. E’ già conto alla rovescia nella città bella per il San Silvestro day e il concertone in piazza Tellini. Torna come da tradizione ormai consolidata l’atteso appuntamento con i pupi di cartapesta che saranno accesi e bruciati per salutare l'anno vecchio: il Comune di Gallipoli insieme all’associazione dei “Cantieri del Capodanno” sono  infatti pronti a dare il via al countdown all’insegna della tradizione e del divertimento. Si conferma ancora una volta il progetto che punta sempre più a valorizzare la creatività artigianale della tradizionale creazione dei pupi di cartapesta di San Silvestro: un manufatto tematico per ogni quartiere gallipolino così come la tradizione vuole.

E alla mezzanotte di oggi, 31 dicembre, ogni cittadino potrà ammirare il fantoccio di cartapesta bruciare in ogni quartiere: un modo tutto gallipolino per salutare, come un rito propiziatorio, il vecchio anno e dare il benvenuto al 2020. Per celebrare questa forte tradizione, che ogni anno si consolida sempre di più, a corredo anche un ricco programma di eventi musicali e di intrattenimento. Tra sabato e domenica è stato possibile ammirare i pupi di cartapesta in piazza Carducci con la  mostra dei manufatti realizzati dai giovani artigiani e delle associazioni cittadine raccordate dai “Cantieri del Capodanno”, sodalizio presieduta da Giuseppe Chetta, con una serie di eventi musicali di Balla Italia e artistici a corredo con lo spettacolo degli artisti di strada “Girovaghi” con acrobazie aeree, mangiafuoco, trampolieri e spettacoli di magia. Mentre nel pomeriggio si è svolta la consueta visita guidata, a cura dell’infopoint turistico, tra i vicoli e i quartieri dove sono stati posizionati i pupi di cartapesta.

“Quattro gli anni di questa scommessa” commenta il sindaco Stefano Minerva, “un Capodanno nel rispetto della tradizione gallipolina e salentina. Il rito del pupo è ormai noto anche al di fuori della nostra città e il valore aggiunto dato dalla fondazione de La Notte della Taranta rende il primo dell’anno ancora più magico. Come spesso ribadisco, quando c’è collaborazione, vincono tutti. E questa è la nostra ennesima vittoria”. Grande festa stasera in piazza Tellini: il Capodanno 2020 avrà inizio con i Dodo Dj, Tommaso Barone, Antonio Fragola. Dalle 23 in poi infatti la piazza gallipolina attenderà il nuovo anno ballando le hit più famose del momento per un saluto speciale al 2019 e un benvenuto al 2020, mentre nei rioni allo scoccare della mezzanotte si darà il via all'accensione dei pupi. Grande soddisfazione è stata espressa dall’associazione “Cantieri del Capodanno” nella persona del presidente Giuseppe Chetta che ha dichiarato di “essere orgoglioso per quello che è stato creato negli anni. Un ringraziamento speciale al sindaco Stefano Minerva che è sempre presente e sempre disponibile. Non bisogna mai trascurare e dimenticare la propria tradizione, questo è il nostro obiettivo principale: portare avanti e regalare ai cittadini la nostra identità”.

Musica, divertimento e intrattenimento anche per il 1 gennaio con la festa di inizio anno che non potrà fare a meno, per il quarto anno consecutivo, del concertone dell’orchestra popolare della Fondazione della Notte della Taranta, in piazza Tellini, a partire dalle 19.30. Prima dell’inizio della perfomance musicale la rievocazione del rito del fuoco nel piazzale della stazione con l'accensione di uno dei pupi artistici di 15 metri realizzato da una delle associazioni cittadine. Appuntamento anticipato nella mattinata dal tradizionale Concerto di Capodanno dell’Avis, l’Associazione volontari italiani sangue, previsto alle 11 presso la sala ennagonale del castello Angioino con l’esibizione dell’Orchestra Filarmonica Santa Cecilia città di Gallipoli.

l’Orchestra Popolare inaugurerà invece in serata il #tarantatour2020 con un concerto di due ore. Sul palco ci saranno i cantanti Consuelo Alfieri, Alessandra Caiulo, Stefania Morciano, Enza Pagliara, Antonio Amato, Salvatore Galeanda, Giancarlo Paglialunga e i musicisti Giuseppe Astore al violino, Nico Berardi ai fiati, Roberto e Alessandro Chiga al tamburello, Leonardo Cordella all’organetto, Mario Esposito al basso, Roberto Gemma alla fisarmonica, Gianluca Longo alla mandola, Antonio Marra alla batteria, Attilio Turrisi alla chitarra battente. Dirige l’orchestra Daniele Durante. Danzeranno la pizzica Laura Boccadamo e Andrea Caracuta e dal progetto Piccola Ronda arriveranno anche i piccoli danzatori di pizzica scherma Alexander e Christopher Cirillo.

“Rinnoviamo per il quarto anno consecutivo l’appuntamento con Gallipoli e la tradizione dei pupi nella certezza che musica, riti, artigianato e bellezze naturali rappresentino insieme il più forte degli attrattori turistici” dice Massimo Manera, presidente della fondazione La Notte della Taranta, “sarà un concerto carico di emozioni che culmineranno come sempre nell’abbraccio corale sulle note di Aria Caddhipulina cantata dalle voci inconfondibili dell’orchestra popolare”.

Su indicazione del commissariato di polizia e delle forze dell’ordine sono già state emesse anche le due ordinanze comunali a tutela della sicurezza nelle aree delle manifestazioni ed eventi con i divieti di introduzione di bottiglie di vetro e ceramica e dell’utilizzo di spray urticanti. Con apposita ordinanza del comando della polizia locale disciplinata anche la viabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento