Re Carnevale per la tutela del mare. Colori e temi forti sfilano sul corso

Conclusa le 79esima edizione della kermesse gallipolina vinta dal carro “Mare d’amare” del team Paciolla-Scarpina. Grande apprezzamento per “Regalo mio più grande” dei fratelli Coppola e per i gruppi mascherati

Il carro "Mare D'Amare" del team Pacciolla-Scarpina

GALLIPOLI - Re Carnevale concede il bis, colora il corso Roma e si congeda dando appuntamento al prossimo anno quando festeggerà la sua 80esima edizione. Si è conclusa in un tripudio di musica e colori variopinti la kermesse gallipolina con la sfilata di premiazione nella serata di ieri che ha incoronato quale, carro vincitore, quello del team di Giovanni Pacciolla e Davide Scarpina inneggiante alla tematica della tutela e salvaguardia dell’integrità del mare. Tra le immancabili e tradizionali polemiche sul verdetto della giuria tecnica, la 79esima edizione del Carnevale di Gallipoli ha chiuso i battenti confermando, al di là di premi e classifiche, il grande ritorno dell’arte e della creatività di tutti i maestri cartapestai e dei giovani artigiani, così come le festose perfomance dei gruppi mascherati. Altro gradito ritorno il concorso dei “titori”, la tradizione popolare della morte della maschera autoctona di Teodoro che ha rappresentato, ancora una volta, il forte legame tra la teatralità e l’essenza vera del carnevale.

La palma del carro più bello è stata assegnata al manufatto, trainato dalla sontuosa tartaruga marina, “Mare d’Amare, impegno da attuare”, seguito dal coloratissimo “Regalo mio più grande” del team dei fratelli Coppola, e ancora in terza posizione dal “Purginella”, del team Carnaval di Cosimo Perrone, Oreste Scorrano e Alessio Scigliuzzo, dal “Gigante” del Comitato Festa Santa Cristina e da “Madre Natura” del team di Franco Monterosso. Molto apprezzato anche il carro fuori concorso che ha fatto da apripista dei ragazzi di Fideliter Excubat e Makers Young school anch’esso incentrato sul tema del rispetto della natura e dei cambiamenti climatici impersonati da una “grottesca” Greta Thumberg. Al di là della fredda classifica e delle posizioni occupate, tutti i manufatti sono risultati di pregevole fattura e meritano un premio di vincitori ex equo per l’impegno e per la creazione di veri gioielli dell’artigianato e dell’estro artistico locale immortalati negli scatti dell’intera sfilata di Andrea Skakkomatto e dell’associazione del Carnevale.  

    

“I Colori sono il nostro mestiere” è stato il tema conduttore dell’appuntamento più goliardico dell’anno promosso dal Comune di Gallipoli, con la direzione artistica di Alberto Greco e la collaborazione fattiva delle associazioni e dei gruppi locali tra cui la Pro loco, Poiefolà Costruzioni Teatrali, La Fabbrica del Carnevale e dell’assessorato al turismo, retto da Titti Cataldi, e degli uffici comunali competenti. La 79esima edizione della kemesse gallipolina ha sancito il ritorno in grande stile dei giganti di cartapesta ammirati sul corso Roma e che hanno focalizzato l’attenzione su tematiche forti oscillanti dalla tutela dei bambini dalle violenze e dai pericoli, all’inquinamento e alla tutela del mare, a madre natura e alla salvaguardia dell’ambiente, al ritorno delle grandi maschere del carnevale.

Tra creature marine, orsetti, personaggi fiabeschi e mitologici, draghi, tartarughe, e l’intramontabile Pulcinella i carri allegorici si sono fatti ammirare con le loro movenze risalendo il corso centralissimo Roma dove tra domenica e martedì, e nonostante il fastidioso vento di ieri, si sono radunate migliaia di persone. Nell’area esibizioni, che ha ritrovato la sua storica collocazione ai piedi del “grattacielo”, si è svolta la cerimonia di premiazione dei carristi e dei coloratissimi gruppi mascherati. “Grazie a tutti coloro che hanno reso reso possibile questa straordinaria edizione del Carnevale di Gallipoli” il commento del sindaco Stefano Minerva, “la nostra città ritorna così protagonista: qualche giorno di riposo e poi si riparte con i lavori per l'edizione numero 80 che l’amministrazione comunale sosterrà con l’entusiasmo di sempre”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento