E a conti fatti, da Roma un solo rinforzo. Duro il Silp: "Una decisione ridicola"

In realtà sono due, per Gallipoli, ma spalmati in periodi distinti. Rivisto però il provvedimento per il Reparto prevenzione crimine: opererà con tre agenti per auto

Polizia a Gallipoli (foto di repertorio).

LECCE – E’ una questione di numeri e proporzioni. Se sei agenti vengono spediti da Lecce a Gallipoli, per far fronte al gravoso carico estivo in tema di sicurezza, e altri due provengono da fuori, ma con impieghi differiti (uno dal 19 luglio al 3 agosto, l’altro dal 4 al 19 agosto), di fatto, è uno soltanto il rinforzo che da Roma hanno previsto per il Salento. E questo, in particolare, proprio per la Città Bella che, essendo una delle mete più ambite dai giovani, è anche quella che porta da sempre maggiore criticità. Tant’è.

A darne notizia (e a fare il conteggio) è oggi Antonio Ianne, segretario generale del Silp Cgil Lecce (una delle sigle sindacali di riferimento dei poliziotti) che così esordisce, a commento della decisione: “Sono partite anche per la nostra provincia le aggregazioni per i rinforzi estivi. Con qualche sorpresa”. Non manca, comunque, un lato positivo. C’è stato, infatti, un ripensamento sulle modalità di impiego delle unità provenienti dal Reparto prevenzione crimine di Lecce. Era stato proprio il Silp, all’inizio di luglio, a puntare l’indice contro una decisione letta come nefasta, quella di operare in equipaggi da due e non da tre.

“Grazie all'intervento della nostra organizzazione sindacale sono state modificate le modalità d'impiego del Reparto prevenzione crimine di Lecce a Gallipoli. È stato infatti garantito il ritorno a equipaggi da tre unità, come da protocollo. La previsione precedente – prosegue il sindacalista - era assurda, come incredibile resta la necessità dell'intervento sindacale per richiamare il ministero al rispetto delle regole da esso stesso codificate”.

Antonio ianne 2-2Resta la controversa questione delle unità esterne provenienti da Roma e assegnate al commissariato di Gallipoli. Solo due e peraltro spalmate su periodi diversi, come già indicato. E sul caso, Ianne non usa mezzi termini: “Una decisione che, a nostro avviso, rasenta il ridicolo: l’afflusso di turisti viene affrontato con appena una sola unità effettiva in più. Nel frattempo, come ampiamente previsto, sono iniziate le operazioni per la messa in sicurezza contro i pericoli provenienti da gonfiabili e materassini sulle spiagge”, aggiunge, con sarcasmo. “Purtroppo, però - prosegue -, contemporaneamente sono ripresi gli sbarchi di migranti sulle nostre coste: un problema più serio, anche quando non ci sono navi da sequestrare oppure Ong da mettere alla berlina”.

Il riferimento è chiaramente a quanto avvenuto il 21 luglio, con l'arrivo sull'isola di Sant'Andrea, davanti a Gallipoli, di cinquantacinque migranti. Episodio seguito, il giorno seguente, dal rintraccio di altri undici stranieri, questa volta nel Capo di Leuca. 

“La sicurezza è una cosa seria – aggiunge Ianne -, costituita da fatti e gesti concreti, non da promesse vane e solidarietà pelose: ad oggi alcun gesto concreto è stato compiuto da questo Governo per venire incontro alle esigenze delle donne e degli uomini del comparto sicurezza e difesa. Per questo motivo, la segreteria provinciale di Lecce del Silp Cgil parteciperà convintamente all'iniziativa nazionale del prossimo 25 luglio in piazza Montecitorio”.

La manifestazione si svolgerà giovedì 25 luglio, dalle 10 alle 12, davanti alla sede della Camera dei Deputati, al grido di: #riordinosimanoncosi e #contrattosubito. Sono sei i punti della piattaforma sindacale: adeguato stanziamento di risorse economiche per i correttivi al riordino delle carriere; innalzamento degli organici attraverso nuove immissioni, oltre i periodici pensionamenti; risorse per il rinnovo del contratto di lavoro 2019-2021 già scaduto da oltre sei mesi; avvio delle trattative per l’area dirigenti; negoziazione della coda normativa del passato contratto; pagamento delle prestazioni lavoro straordinario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Rapinatori irrompono in casa, un figlio reagisce: martellata sulla testa

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento