Ripulita l'area attorno allo stadio da bottiglie e carte lasciate ai margini

Dopo l'articolo di due giorni addietro, operatori di Monteco lungo viale Giovanni Paolo II in una zona per la quale, secondo capitolato, non è però previsto lo spazzamento manuale

LECCE - Grandi pulizie su viale Giovanni Paolo II, lungo il percorso della pista ciclabile che parte all'intersezione con l'area del palazzetto dello sport e prosegue fino allo stadio di Via del Mare.

Come documentato appena due giorni addietro, la presenza di bottiglie di plastica, vetro, carte di ogni tipo è una costante lungo tutto il tracciato: sono conseguenza di abbandoni indiscriminati, che, in occasione della partite casalinghe del Lecce diventano ancora più consistenti.  I rifiuti si accumulano fino a che non vengono effettuate queste operazioni che sono delle vere e proprie bonifiche.

Molto spesso l'assessorato all'Ambiente - in particolare l'ufficio del Dec (direttore esecuzione del contratto) - e l'azienda Monteco, che gestisce la raccolta in città, devono concordare questi interventi che dipendono in larga parte dall'inciviltà. C'è poi un altro fattore da tenere in conto: in alcune zone della città, soprattutto periferiche, le previsioni del capitolato d'appalto sono insufficienti.

Per colmare quelle lacune l'amministrazione punta alla previsione del quinto d'obbligo in base al quale l'esecutore ha l'obbligo di apportare le variazioni volute dalla stazione appaltante previo pagamento della attività ulteriori richieste (fino a un massimo del 20 per cento dell'importo originario dell'appalto).

"Come da pianificazione abbiamo effettuato l’intervento di bonifica di via Giovanni Paolo II, che rientra tra quelle aree periferiche della città oggetto di monitoraggio in quanto scenario di frequenti abbandoni di rifiuti. Continuiamo a lavorare per rendere più pulita e più vivibile la nostra città", dichiara Angela Valli, assessora comunale all'Ambiente. "La lotta all’abbandono non conosce pausa, all’attività di ripristino dei luoghi affianchiamo quello del controllo attraverso la sinergia intersettoriale in essere. Dopo Via Vecchia Carmiano, Via vecchia Copertino, Via Vecchia Surbo, SP 45, proseguiranno nei prossimi giorni interventi  programmati di bonifica di ulteriori aree periferiche del nostro territorio", conclude l'esponente di Palazzo Carafa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento