Roca Vecchia e Grotta Poesia: sono pronti gli interventi per tutelare l'area

Creati muretto a secco di 70 centimetri e ringhiera. L’intervento si armonizza con il territorio grazie ai materiali utilizzati

MELENDUGNO - “Un luogo dall’inestimabile valore archeologico, paesaggistico e ambientale come quello di Roca Vecchia e dell’area archeologica circostante non può che essere tutelato e valorizzato utilizzando gli strumenti necessari”. Il sindaco di Melendugno, Marco Potì, ha illustrato gli interventi che permetteranno una migliore fruizione dell’area archeologica e la realizzazione di una chiusura perimetrale di Grotta Poesia che garantirà più sicurezza. Si tratta di un progetto seguito dall’architetto Walter Carrozzo e realizzato in collaborazione con la Soprintendenza di archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, diretta dall’architetto Maria Piccarreta.

L’obiettivo dell'intervento è tutelare il bene culturale, la cui fragilità strutturale è scientificamente documentata, regolamentando il flussi di visita e con un occhio particolare alla sicurezza dei percorsi pedonali esistenti.

Accesso principale Grotta Poesia-2

“Alla Soprintendenza, alla dottoressa Piccarreta e a tutti i funzionari che vi hanno collaborato, va il sentito ringraziamento dell’amministrazione comunale per la collaborazione fattiva al progetto e per averne compreso appieno le motivazioni – continua il primo cittadino –. Finalmente siamo stati in grado di attuare un intervento che era diventato una necessità, ossia delimitare un’area di pregio incommensurabile al fine di tutelarla e di assicurare la sicurezza e la pubblica incolumità delle persone”.

“Roca Vecchia e la sua area archeologica – prosegue Potì - hanno un valore immenso con delle testimonianze storico-religiose che risalgono al Neolitico e con le migliaia di testimonianze epigrafiche sulle pareti della grotta relative all’epoca messapica e dell’area degli insediamenti, che facevano di Roca un fiorente centro culturale e commerciale nel tardo Medioevo. Questo patrimonio dell’umanità va salvaguardato”.

Angolo Grotta Poesia-2

Circa gli interventi, l’area è stata delimitata con un muretto a secco alto 70 centimetri e una ringhiera di ferro della stessa altezza, posizionata al di sopra. L’intervento si armonizza con il territorio circostante grazie ai materiali utilizzati. Resterà un’area di accesso cancellata per garantire eventuali controlli e lavori di manutenzione.

“L’impresa aggiudicataria, Marullo Costruzioni, è specializzata nel restauro e negli interventi sui beni culturali, pertanto questo ci rassicura sulla qualità e il successo dell’intervento che siamo riusciti a predisporre utilizzando i proventi del parcheggio temporaneo e a servizio della stessa area e parte dei ricavi dell’imposta di soggiorno- conclude Potì –. Quindi, un progetto interamente autofinanziato dalle casse comunali”. La delimitazione è prevista nel lato nord assieme al restauro di cinquanta metri di mura messapiche.

Recinzione particolare angolo area-2

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento