Settemila mascherine in Comune. Avviata distribuzione a forze dell’ordine e cittadini

Ancora un’iniziativa solidale a Nardò di tre aziende private che hanno riconvertito i lori cicli produttivi per donare i dispositivi. Da domani consegna a domicilio su prenotazione

NARDO’ - Ancora interventi significativi da parte di privati e volontari per fronteggiare la carenza cronica di mascherine protettive da fornire a cittadini e operatori sanitari. Questa mattina, in quel di Nardò, ben settemila mascherine sono state consegnate in Comune, direttamente nelle mani del sindaco Pippi Mellone, e da domani la protezione civile provvederà alla distribuzione a cittadini, forze dell’ordine e operatori che ne hanno ancora bisogno. L’emergenza sanitaria e le prescrizioni anti-contagio da Covid19 hanno reso praticamente introvabili i dispositivi di protezione individuali, che svolgono un ruolo molto importante per prevenire la diffusione del virus.

La preziosa fornitura presso la casa comunale è giunta da tre aziende private che complessivamente hanno messo a diposizione della città ben 7mila mascherine protettive. Una delle aziende interessate, ormai da qualche settimana, ha riconvertito alcuni reparti produttivi proprio nella fabbricazione e nel confezionamento delle mascherine ed hanno già distribuito gratuitamente diverse migliaia di pezzi a reparti ospedalieri, forze dell’ordine, caritas in tutto il Salento. Un’altra ha deciso di modificare temporaneamente il proprio assetto produttivo per far fronte al contingente bisogno di mascherine. Una terza attraverso i suoi canali commerciali, è riuscita invece ad approvvigionare i suoi magazzini con un grosso quantitativo di dispositivi di protezione, una parte dei quali è stata donata alla comunità neretina. Analoga iniziativa è stata presa da punto vendita della zona industriale di Surano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La distribuzione dei sette mila pezzi è già iniziata. Una parte è stata destinata a strutture sanitarie, caritas, commissariato di polizia e Arma dei carabinieri. Per la giornata di domani era stato inizialmente prevista la distribuzione al resto dei cittadini neretini da parte del gruppo Uer della protezione civile nella propria sede di via Avetrana, nell’ex macello. Ma in serata il sindaco, su indicazione anche della prefettura, e avendo ricevuto diverse segnalazioni sulla difficoltà per il ritiro degli ausili viste anche le limitazioni nelle uscite, ha deciso di optare per la consegna a domicilio su prenotazione. Sarà possibile prenotare la propria mascherina, distribuita gratuitamente, telefonando oppure mandando un messaggio, dalle 9 alle 13 al numero 320/4191383. Coloro che si prenoteranno riceveranno a domicilio due mascherine tramite gli operatori della protezione civile, incaricati della distribuzione. L’atto di donazione dei tre soggetti privati e il lavoro svolto dalle loro aziende ha trovato l’apprezzamento del primo cittadino e di tutta la comunità neritina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • Doppia tragedia: 70enne si lancia nel vuoto. Una donna cade durante le pulizie

  • Alla vista degli agenti, si “rifugia” in mare con la bici: multa al ciclista nuotatore

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

Torna su
LeccePrima è in caricamento