Sperimentazione finita, attiva da oggi la Ztl. Parte il servizio navetta gratuito

Come annunciato è ora definitivo l’accesso limitato ai veicoli nel centro storico di Nardò. Varchi attivi e multe in agguato per i non autorizzati. Mini bus elettrico dalle 8,30 alle 12,30 per raggiungere la città vecchia. Servizio testato oggi dall’assessore Puglia

L'ingresso del centro storico di Nardò

NARDO’ - Adeguata la segnaletica d’ingresso con l’aggiunta del pannello che indica la ztl attiva ai varchi, come da copione ministeriale, e partito anche il servizio navetta gratuito, da oggi termina definitivamente la fase sperimentale per la chiusura al traffico integrale del centro storico di Nardò ai non autorizzati e si farà sul serio anche con le multe. Oltre ai pass e alle autorizzazioni per residenti, operazioni di carico e scarico e permessi temporanei, come annunciato nei gironi scorsi dal Comune è stata attivata anche la linea di mobilità sostenibile e gratuita, nella fascia oraria mattutina dalle 8,30 alle 12,30, per consentire di raggiungere comodamente le aree del borgo antico per acquisti o servizi o semplici visite ai luoghi di cultura e nelle chiese. Da questa mattina infatti il mini bus elettrico messo a diposizione dall’amministrazione comunale è ufficialmente partito.

Un servizio che il Comune ha messo a punto a supporto del nuovo regolamento sulla zona a traffico limitato e le aree pedonali, che, salvo gli autorizzati, non consente l’ingresso di veicoli a motore nell’area antica della città. Si viaggia dunque a bordo di un minibus elettrico da 13 posti che parte dal varco di corso Garibaldi ogni 20 minuti (dalle ore 8,30 alle 12,30,) dal lunedì al sabato, lungo un percorso che prevede fermate, adeguatamente segnalate, presso l’ufficio postale, la basilica cattedrale, piazza Salandra, piazza San Domenico, il castello Acquaviva d’Aragona, la Porta di Mare e piazzetta San Matteo (ma, al bisogno, farà anche fermate intermedie). È possibile avere ulteriori informazioni sul servizio navetta ai recapiti telefonici 0833/836928 e 327/7513787.

“Faccio un appello a usare la navetta” dice l’assessore alle Attività produttive e al turismo, Giulia Puglia, “che da oggi è al servizio di chi vuole raggiungere l’ufficio postale, le chiese, gli esercizi commerciali, nonché i residenti del centro storico. Questa mattina ho provato personalmente il minibus elettrico, che è davvero molto utile per tutti, oltre che comodo. Uno sforzo ulteriore che l’amministrazione ha fatto, in coerenza con l’obiettivo di avere una regolamentazione ottimale e tendenzialmente con disagi minimi”. 

Basta prove, da oggi Ztl attiva e multe ai trasgressori

L’attivazione ufficiale dei varchi e l’avvio del servizio chiude in maniera definitiva la fase sperimentale della nuova Ztl, prorogata sino alla giornata di ieri. Dalla mezzanotte chi entra e circola nel centro storico senza autorizzazione rischia multe che vanno da un minimo di 83 a un massimo di 333 euro. Le telecamere poste ai cinque varchi, infatti, filtrano gli accessi limitando le sanzioni ai veicoli irregolari. Il tutto, così come contemplato dalla normativa vigente in materia, previa ulteriore verifica di visto e vidimazione ad opera degli agenti della polizia locale.

“La nuova ztl è un provvedimento di portata storica” chiarisce l’assessore alla Polizia locale e al centro storico, Bernaddetta Marini, “perché per la prima volta si compie una scelta così incisiva a favore della parte antica della città, la più bella e fragile. Una decisione rivoluzionaria che risponde unicamente all’interesse di tutelare il nostro patrimonio storico e architettonico e all’esigenza di accelerare verso un profilo di città amica dei pedoni e delle biciclette. Basta con le macchine nel centro storico, come succede ormai dappertutto, riscopriamo il piacere di camminare a piedi e goderci la bellezza del centro”.

Tutte le zone a traffico limitato

La zona a traffico limitato, così come modificata dopo una lumnga fase di concertazione e sperimentazione e con diverse contrapposizioni tra l’amministrazione del sindaco Pippi Mellone e il comitato di residenti e commercianti della città vecchia, è ora pienamente operativa. Si tratta di limitazioni valide 7 giorni su 7 e h24 e relative alle piazze e alle strade situate all’interno del perimetro formato da via Roma, via Regina Elena, piazza Umberto I, via Duca Degli Abruzzi, piazza Osanna, via Grassi, piazza Mazzini e corso Galliano. È previsto il controllo elettronico degli accessi mediante telecamere installate ai varchi di corso Garibaldi, piazza della Repubblica, via Amendola, via Don Minzoni, via Santa Lucia. Le aree pedonali all’interno della ztl sono piazza Salandra, piazza Sant’Antonio, seconda tratta di via Pellettieri (verso piazza delle Erbe), piazza delle Erbe (queste tutte già esistenti), via Pretura Vecchia e via M. Personè (tratta compresa tra piazza La Rosa a vico Moline). Nel perimetro della ztl rientrerà a breve anche piazza Battisti, visto che l’amministrazione ha avviato il lungo e complesso iter presso il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti per modificare l’estensione dell’area.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento