Sporcaccioni senza scampo: la Provincia utilizzerà i droni per difendere l'ambiente

Lo stormo di piloti Apr, che fa capo all'ente, sarà in grado di individuare reati ambientali di qualsiasi natura: dall’abbandono selvaggio dei rifiuti fino all'abusivismo edilizio

LECCE –  La Provincia di Lecce è la prima, in Italia, ad essersi dotata di droni per rendere più incisiva l'azione controllo del territorio e la lotta per salvaguardia dell'ambiente.

Il presidente Stefano Minerva ha presentato con soddisfazione questa novità, spiegando che l'impiego della tecnologia permetterà di rendere un servizio ai cittadini e migliorare la loro qualità della vita, assicurando anche una viabilità meno problematica.

“Siamo stati i primi, in Italia, a mettere gli uomini della polizia provinciale (ovvero le 10 unità dello stormo di piloti Apr) nella condizione di guidare dei droni che non lasceranno scampo agli incivili – ha spiegato -. Abbiamo già utilizzato dei deterrenti, come le foto-trappole per incastrare gli sporcaccioni, ottenendo dei buoni risultati. Questo però non basta e abbiamo deciso di intensificare i controlli per risolvere il problema della pulizia e della spazzatura abbandonata per strada e rendere così onore alle bellezze del Salento”.

Le attività in programma sono state presentate dal presidente Minerva, dal direttore generale Giovanni Refolo, dal consigliere provinciale Nunzio Dell’Abate, dai consiglieri provinciali Ippazio Morciano e Daniele Piccione, dal comandante della Polizia provinciale Antonio Arnò, dal dirigente provinciale del servizio viabilità Rocco Merico, dal dirigente del servizio risorse finanziarie Pantaleo Isceri, dal responsabile tecnico dei droni Luigi Tommasi,  dal direttore del corso e esaminatore Enac Cristian Caracuta, dal presidente dell’associazione Drones Urban Network Davide Vadacca, dal segretario provinciale del coordinamento della Protezione civile Luigi Gallo.

“Il messaggio sotteso a questa iniziativa è fortissimo: vogliamo restituire dignità al Corpo di polizia provinciale che era caduto nell’oblio e forse qualcuno pensava che non esistesse più”, ha evidenziato Nunzio Dell’Abate.

“Grazie all’impegno politico e amministrativo questo è sicuramente un servizio che va a favore della collettività – ha precisato Antonio Arnò -. Il cittadino per noi è il primo elemento di diritto che viene preso in considerazione”.

La formazione dei piloti e le attività in programma

La Provincia di Lecce ha appena concluso la formazione base per il conseguimento di attestato di pilota Apr (Aeromobili a pilotaggio remoto) per 8 agenti. A breve, 4 di loro conseguiranno anche l’attestato di pilota per eseguire operazioni critiche (Cro).

L’attività di formazione, con la fornitura di due droni da parte della ditta Salento Droni di Martano, consentirà di svolgere varie attività: dall'individuazione di reati ambientali di qualsiasi natura, a partire dall’abbandono indiscriminato e selvaggio dei rifiuti, fino al controllo delle coste, contrastando lo sversamento in mare di reflui e l’abusivismo edilizio.

Inoltre, altre 2 unità del servizio viabilità, coordinate dal responsabile tecnico Luigi Tommasi,  sono state formate e sono già in possesso di attestato di pilota Apr Cro.

L’attività di volo del servizio viabilità riguarderà la verifica delle opere, soprattutto nelle aree di difficile raggiungimento e il controllo di punti della rete stradale più critici. Il drone potrà essere utilizzato per il rilievo di incidenti stradali, anche con l’utilizzo di particolari software gestionali di restituzione in 3d del rilievo del sinistro. A questo proposito, il servizio viabilità ha già avviato la procedura di acquisto di un drone dotato di telecamera termica.
 
Per coordinare le attività si sta valutando la costituzione di ufficio ad hoc, specializzato e formato nell’utilizzo di droni.

Nell’incontro di oggi è stata anche presentata la nascente associazione Drones Urban Network, patrocinata dalla Provincia e sono state illustrate due imminenti iniziative: la prima, organizzata dalla ditta Salento Droni, è un’esercitazione con l’utilizzo di drone con camera termica a supporto di personale a terra per la ricerca di disperso e si svolgerà sabato 18 gennaio, dalle 15 alle 18, presso Torre Sant’Andrea.

La seconda è la presentazione dell’associazione Dun Drones Urban Network, guidata da Davide Vadacca, in un incontro sul tema dell’utilizzo dei droni che si terrà venerdì prossimo 24 gennaio, presso l’Hotel Leone di Messapia a Cavallino, alla quale seguirà un’esercitazione pratica a Martano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

  • Attende una donna conosciuta online, si ritrova i rapinatori in casa: denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento