La Lilt si prepara: verso gli stati generali della prevenzione dei tumori

Nell’iniziativa, che sarà preceduta dal corso “Ambiente e salute”, coinvolti anche ordini professionali e associazioni di categoria

Un momento dell'incontro di giovedì.

LECCE – La lotta al cancro prenderà pieghe più concrete: laboratori tematici curati da esperti su dieci temi, consultazione pubblica sul web e mobilitazione dei giovani studenti. Verso i primi stati generali della prevenzione dei tumori nel Salento. È stata presentata nella mattinata di ieri, nel corso di una conferenza stampa, a Palazzo Adorno a Lecce l’iniziativa della Lilt di Lecce (la Lega italiana lotta ai tumori), della manifestazione sulla quale è incentrato il tredicesimo del Corso “Ambiente e salute”, in programma sabato 26 ottobre nel capoluogo salentino.

Erano presenti il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva; Antonio Micaglio, vicepresidente Lilt Lecce; gli oncologi Giuseppe Serravezza e Carmine Cerullo; e il giovane Andrea Menotti Musarò, in rappresentanza del mondo studentesco. “Vogliamo rivoluzionare la strategia di prevenzione, abbattendo l’incidenza dei tumori e quindi riducendo le esposizioni della popolazione ai fattori di rischio”, ha dichiarato Giuseppe Serravezza durante l’incontro di presentazione.

La Lilt di Lecce, sulla scorta del successo degli anni scorsi, ha organizzato infatti la tredicesima edizione del corso di aggiornamento “Ambiente e salute”, che si terrà a Lecce presso l’Università del Salento: è rivolto a dirigenti, docenti, referenti di educazione alla salute, rappresentanti delle istituzioni, associazioni e cittadini. La fase di preparazione e di avvicinamento alla manifestazione, già iniziata, durerà quattordici mesi e vedrà in particolare il coinvolgimento degli ordini professionali, delle associazioni di categoria, dei sindacati, delle scuole e degli enti locali.

Obiettivo primario è quello di tracciare le grandi linee di una politica di prevenzione dei tumori esigente e concreta, centrata soprattutto sulla prevenzione primaria e la esposizione ambientale. L’insieme delle proposte toccherà tutti gli aspetti che riguardano i comportamenti individuali, l’ambiente, il mondo del lavoro e l’educazione. Tutti i documenti dei Primi stati generali della Prevenzione dei tumori saranno racchiusi nel Libro Bianco, che sarà consegnato alla fine ai ministeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento