Terminati i disagi per il conferimento degli ingombranti. Riapre l’ecocentro

Torna fruibile la struttura di via Valle D’Aosta a Nardò dopo la chiusura forzata causata dall’emergenza degli impianti di smaltimento. Da domani si potrà di nuovo conferire. Riparte anche il ritiro a domicilio

L'ecocentro di Nardò

NARDO' - Dopo i disagi e le proteste per la nuova e prolungata chiusura forzata  l’ecocentro di via Valle d’Aosta a Nardò, non accessibile da 13 agosto scorso, tornerà a pieno regime e fruibile dai cittadini. La riapertura è prevista per la giornata di domani, 21 agosto, con quattro giorni di anticipo rispetto alla precedente comunicazione che sanciva la chiusura sino al 25 agosto perché l’area era ormai satura a causa della mancata disponibilità degli impianti del territorio provinciale ad accogliere i rifiuti.    

La società di gestione dell’Aro 6 della Bianco Igiene Ambientale ha infatti comunicato al Comune di aver ottenuto la disponibilità di un impianto in provincia di Brindisi per il conferimento di rifiuti costituiti da oggetti in plastica (tapparelle, stendibiancheria, giocattoli) e da rifiuti ingombranti (materassi, poltrone, tappeti e altro), mentre per i rifiuti lignei (mobili, sedie) sono in corso di definizione le procedure per il conferimento presso un impianto che si trova in provincia di Taranto. Nel frattempo il gestore sta azzerando le giacenze dell’ecocentro per poter poi accogliere i nuovi volumi di rifiuti a partire appunto da domani. Sempre a partire da domani, sarà nuovamente attivo anche il servizio di prelievo a domicilio degli ingombranti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La struttura è rimasta chiusa per una settimana a causa dell’indisponibilità degli impianti di destinazione che accolgono queste tipologie di rifiuti, che rientrano tra le frazioni prevalentemente conferite presso il centro di raccolta e che avevano saturato la capacità ricettiva dello stesso con tutti i rischi relativi per la sicurezza del sito e del personale dipendente e degli stessi utenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • Non solo Covid, pronto soccorso preso d’assalto. Medici e infermieri stremati

  • Torna l’allerta meteo nel Salento: per 24 ore attesi temporali e grandinate

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento