I trattori di Coldiretti sfilano fino in Piazza Duomo per la Giornata del ringraziamento

La ricorrenza si celebra dal 1951. La messa è stata officiata dall'arcivescovo di Lecce, Michele Seccia. Il presidente Cantele: "Annata negativa per la produzione"

LECCE – Una trentina di trattori si sono fatti sentire e notare questa mattina nelle vie del centro di Lecce. Ma non si trattava di una manifestazione di protesta, come accaduto più volte per la vicenda del disseccamento rapido dell'olivo. Una delegazione di Coldiretti ha sfilato in occasione della “Giornata del ringraziamento” che si celebra del 1951.

“Non è un’annata positiva dal punto di vista produttivo. Sul Salento, oltre ad una serie di calamità atmosferiche, pesa il problema enorme causato da Xylella fastidiosa – ha dichiarato il presidente di Coldiretti Lecce, Gianni Cantele - ma questa è comunque una giornata importante per tutto il mondo agricolo in cui celebriamo la presenza di una forza superiore che ci guida e alla quale ci affidiamo. Per quanto riguarda il problema dell’olivicoltura è il tempo dell’unità e della concretezza. La politica sinora, al di là dei proclami, ha fatto poco ed anche il mondo agricolo non ha avuto quell’unità di intenti ora fondamentale”.

Le macchine sono arrivate all’ex Foro Boario da vari centri della provincia e poi sono partite in corteo. Gli agricoltori hanno portato in piazza Duomo il monolito pellegrino della Madonna della Coltura, custodito nel Santuario di Parabita, madonna venerata come protettrice dei coltivatori diretti delle province di Lecce, Brindisi e Taranto.

L’arcivescovo di Lecce, Michele Seccia, ha presieduto la celebrazione eucaristica, durante la quale sono stati consegnati alla diocesi leccese i prodotti della terra  messi a disposizione dai coltivatori. “Molti annunci e pochi fatti – ha commentato il direttore di Coldiretti Lecce, Giuseppe Brillante - quest’anno il prodotto olivicolo è stato magro, eppure non abbiamo perso la speranza, siamo pronti a ripartire, ma abbiamo bisogno del sostegno concreto della filiera istituzionale che ci deve sostenere in questa voglia di tornare a piantare per rigenerare il paesaggio agricolo del Salento”. La giornata si è conclusa con la tradizionale  benedizione delle macchine agricole e un buffet offerto da Coldiretti Lecce.

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Talenti dal Salento: una giovane ballerina ammessa alla Biennale di Venezia

  • Come avere sopracciglia folte, naturali e curate

I più letti della settimana

  • Un “Tornado” su gruppo di stampo mafioso: 27 arresti, indagato anche un sindaco

  • Ragazzo di 20 anni trovato morto con un colpo d'arma da fuoco alla tempia

  • Tragedia nel pomeriggio ad Otranto. Una donna si lancia dalle mura del castello

  • Scontro tra auto e moto: un 25enne finisce in Rianimazione

  • Lesioni troppo gravi nello scontro in moto: non ce l’ha fatta il 25enne

  • Dramma al mare: bagnante annega nonostante i soccorsi di un medico in spiaggia

Torna su
LeccePrima è in caricamento