Troppi cani lasciati sui balconi sotto il sole. Guido invoca ordinanza del Comune

Il consigliere comunale ha fatto propria la denuncia dell’associazionismo animalista presentando una istanza formale al neo assessore Angela Valli. “Dichiarare illegittima la detenzione dei cani sui balconi per più di 5 ore e multare i trasgressori”

LECCE - Benché sia difficile capire quali siano i tempi e i modi per configurare una sorta di irregolarità alcuni regolamenti comunali per la tutela degli animali prevedono già il divieto di detenzione dei cani sul balcone per un arco di tempo prolungato. E dispongono anche sanzioni pecuniarie in capo al trasgressore. Ciò avviene a Milano come a Verona, comuni nei quali tale abitudine prolungata  viene  prevista anche come illecito. A tenere alta l’attenzione su questa problematica anche in quel di Lecce è il consigliere comunale Andrea Guido che ha chiesto l’attenzione dell’amministrazione comunale del sindaco Carlo Salvemini per la stesura di un'apposita ordinanza in merito.

“Lasciare il proprio cane sul balcone, sotto questo sole, con questa temperatura, dovrebbe essere un reato perseguito ai sensi di legge” lamenta Guido, “in Italia ancora non esiste nessuna norma in tal senso. In molte città, però, sindaci e assessori hanno pensato bene di emanare delle ordinanze comunali per cercare di arginare e combattere il fenomeno. Questa mattina, con una lettera inviata attraverso l’ufficio protocollo del Comune” spiega il consigliere, “ho chiesto ufficialmente alla neo assessore all’Ambiente, delegata alla tutela degli animali, Angela Valli, di prendere seriamente in considerazione la possibilità di promuovere l’emanazione di un’ordinanza che possa sanzionare questa malsana abitudine anche di alcuni leccesi. Un’ordinanza che possa dichiarare illegittima, finalmente, la detenzione dei cani sui balconi nelle ore di maggiore caldo, e per oltre cinque ore consecutive. Oggi è possibile imprimere un definitivo cambio di mentalità e forse anche culturale nel rapporto con gli animali” conclude Guido, “che meritano tutta la nostra attenzione e rispetto. Possederne uno non deve essere un vezzo ma una scelta consapevole e responsabile, sapendo che l’impegno loro rivolto viene sempre ampiamente ripagato”.

L’iniziativa promossa dal consigliere di Fratelli d’Italia muove anche dalla constatazione che da diverso tempo anche a Lecce l’associazionismo animalista denuncia numerosissimi casi di cani che vivono in maniera quasi perenne sui balconi di ogni quartiere della città. Spesso questi animali hanno pochissimo spazio a loro disposizione e, anche con l’arrivo dell’estate, vengono lasciati sotto al sole, pure con 40 gradi, senza alcun riparo se non a volte delle tende che, anziché produrre ombra, aumentano notevolmente la calura percepita. Si tratta di situazioni diffuse, che da anni cittadini sensibili all’argomento e associazioni animaliste e zoofile cercano di risolvere facendo leva sul buon senso e divulgando i disagi e invitando ad evitare le cattive e scorrette abitudini. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Si allontana, attraversa la litoranea e raggiunge la scogliera: paura per un bimbo di 3 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento