Tutela di boschi e pinete. C’è il divieto di accensione dei fuochi e di campeggio

In vigore da oggi e per tutta la stagione primaverile l’ordinanza del Comune di Lecce che vieta di accendere fuochi, di effettuare barbecue, abbandonare rifiuti, parcheggiare e campeggiare in tutte le aree boscate

LECCE – Parte da oggi con l’avvio delle festività pasquali, ma proseguirà per tutta la stagione primaverile, fino all’attivazione del presidio antincendio permanente della protezione civile, il divieto di accendere fuochi, di effettuare barbecue, di abbandonare rifiuti, di parcheggiare e campeggiare in tutte le aree boscate del territorio comunale di Lecce. È quanto dispone l’ordinanza sottoscritta dal comandante della polizia locale e del settore protezione civile, Donato Zacheo, che punta alla tutela del patrimonio boschivo e alla salvaguardia dell’incolumità dei cittadini e dell’ambiente dal pericolo di incendi e dal degrado che riguarda potenzialmente tutte le arre naturalistiche e le zone costiere ricadenti nel territorio comunale.

Il provvedimento nasce come ogni anno dalla necessità di fronteggiare i potenziali pericoli di incendio e degrado che potrebbero interessere e coinvolgere tutte le aree boscate presenti sul territorio del Comune di Lecce e risponde anche alle direttive poste in capo ai Comuni da parte della prefettura e della Regione Puglia per tutelare il patrimonio naturalistico e impedire episodi di pericolo o che possano danneggiare le aree in questione. In particolare con l’approssimarsi delle festività pasquali e dei “ponti” del 25 aprile e del 1° maggio, e più in generale nella stagione primaverile, le zone boscate e del litorale leccese sono spesso e volentieri la meta preferita di cittadini, turisti e campeggiatori che utilizzano in maniera anche impropria quelle aree: l’uso di auto e moto o di altro mezzo a motore, dei barbecue e di altre attività non conformi con l’ambiente naturale possono essere tra le cause primarie degli incendi in boschi e pinete.

Da qui il divieto assoluto disposto dall’ordinanza in vigore già da oggi di accensione di fuochi e di effettuare barbecue, di abbandonare rifiuti, di parcheggiare nelle aree boscate e di campeggiare nelle zone non autorizzate, oltre a qualsiasi altra attività che possa recare danno o degrado. Il mancato rispetto dei divieti e delle prescrizioni  prevede delle sanzioni che, a secondo dei casi, vanno da un minimo di 25 euro ad un massimo di 10.329,14 euro. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ordinanza che chiarisce ancora una volta l'incapacità di gestire quattro gatti che vorrebbero mangiare qualcosa tra la natura. Figuriamoci se riusciremo mai a gestire i turisti in estate. Poi chiangiane se se inchiane li centri commerciali la domenica.... P.s. 12 anni che non passavo la Pasqua in Salento con la famiglia. Mai chiui. Dal prossimo anno si torna nelle aree pic nic attrezzate per il bbq della Ronagna..

  • "per tutta la stagione primaverile" ma anche per quella estiva credo. Spero facciano una correzione al decreto e piantino tantissime tabelle /avviso. Il Nostro Habitat è cosa extra seria. dobbiamo preservarlo da incendi ma anche da speculazioni edilizie " Legalizzate"

  • Finalmente Qualcosa di concreto adesso bisogna solo RISPETTARE è per chi Trasgredisce Multe a Volontà è Salate solo così salveremo Quel poco che ci è Rimasto.....!

Notizie di oggi

  • Nardò

    Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • Nardò

    Ladri tentano la spaccata nell’area di servizio: qualcosa va storto e scappano

  • Politica

    Tap, xylella, trasparenza: il candidato del M5S tra i nodi irrisolti e le sfide del futuro

  • Cronaca

    Spacciatore fugge e va a prendere il sole: incastrato dalla suoneria del telefono

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento