Tutela di boschi e pinete. C’è il divieto di accensione dei fuochi e di campeggio

In vigore da oggi e per tutta la stagione primaverile l’ordinanza del Comune di Lecce che vieta di accendere fuochi, di effettuare barbecue, abbandonare rifiuti, parcheggiare e campeggiare in tutte le aree boscate

LECCE – Parte da oggi con l’avvio delle festività pasquali, ma proseguirà per tutta la stagione primaverile, fino all’attivazione del presidio antincendio permanente della protezione civile, il divieto di accendere fuochi, di effettuare barbecue, di abbandonare rifiuti, di parcheggiare e campeggiare in tutte le aree boscate del territorio comunale di Lecce. È quanto dispone l’ordinanza sottoscritta dal comandante della polizia locale e del settore protezione civile, Donato Zacheo, che punta alla tutela del patrimonio boschivo e alla salvaguardia dell’incolumità dei cittadini e dell’ambiente dal pericolo di incendi e dal degrado che riguarda potenzialmente tutte le arre naturalistiche e le zone costiere ricadenti nel territorio comunale.

Il provvedimento nasce come ogni anno dalla necessità di fronteggiare i potenziali pericoli di incendio e degrado che potrebbero interessere e coinvolgere tutte le aree boscate presenti sul territorio del Comune di Lecce e risponde anche alle direttive poste in capo ai Comuni da parte della prefettura e della Regione Puglia per tutelare il patrimonio naturalistico e impedire episodi di pericolo o che possano danneggiare le aree in questione. In particolare con l’approssimarsi delle festività pasquali e dei “ponti” del 25 aprile e del 1° maggio, e più in generale nella stagione primaverile, le zone boscate e del litorale leccese sono spesso e volentieri la meta preferita di cittadini, turisti e campeggiatori che utilizzano in maniera anche impropria quelle aree: l’uso di auto e moto o di altro mezzo a motore, dei barbecue e di altre attività non conformi con l’ambiente naturale possono essere tra le cause primarie degli incendi in boschi e pinete.

Da qui il divieto assoluto disposto dall’ordinanza in vigore già da oggi di accensione di fuochi e di effettuare barbecue, di abbandonare rifiuti, di parcheggiare nelle aree boscate e di campeggiare nelle zone non autorizzate, oltre a qualsiasi altra attività che possa recare danno o degrado. Il mancato rispetto dei divieti e delle prescrizioni  prevede delle sanzioni che, a secondo dei casi, vanno da un minimo di 25 euro ad un massimo di 10.329,14 euro. 

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento