Una mano tesa alle imprese: Confartigianato Lecce si confronta con la Chiesa

Monsignor Seccia all'associazione: "La mia porta è sempre aperta". L'obiettivo della collaborazione è quello di valorizzare le aziende nel loro ruolo sociale

In foto: il confronto presso Confartigianato Lecce

LECCE – Confartigianato Lecce incontra la comunità cattolica per avviare un nuovo percorso di confronto e collaborazione che affonda le radici nel sociale.

Il primo passo di questa rinnovata intesa è stato compiuto oggi presso la sede di Lecce della cooperativa l'artigiana. Ospite d'eccellenza monsignor Michele Seccia che si è messo a completa disposizione. “La mia porta è sempre aperta e sono ben lieto di confrontarmi con chi ha bisogno. Dobbiamo andare avanti insieme – ha dichiarato -. Giorno dopo giorno, proseguono i miei incontri con le comunità della diocesi: ogni volta che si presenta un invito, una circostanza, cerco di essere presente perché è importante che un vescovo costruisca legami di amicizia, entrando nei problemi di ogni giorno”.

“Sono ben lieto di intessere legami con tutte quelle realtà che si occupano di promuovere l'associazionismo ed il lavoro: realtà che la chiesa deve conoscere per costruire un dialogo permanente”, ha aggiunto.
I rappresentanti dell'associazione sono convinti che vi siano ampi margini di manovra nella collaborazione con la comunità cattolica. Del resto, a legare queste due realtà è anche la condivisione dei valori cristiani: principi che rappresentano proprio le radici sui cui è cresciuta Confartigianato Imprese Lecce, nata da oltre cinquant’anni.

Il focus è spostato però sulle imprese e sul ruolo centrale. L'imprenditore, del resto, ha un ruolo non secondario nel tessuto sociale: “Le nostre realtà territoriali rappresentano punti di riferimento per le comunità giacché, attraverso l’occupazione diretta e l’indotto, contribuiscono a dare sostanza al principio di dignità che ciascun uomo concretizza attraverso la propria attività lavorativa”, hanno spiegato i vertici dell'associazione che ha come scopo proprio la tutela sindacale e la promozione delle piccole e medie imprese.

“Questa è l'occasione per creare una sinergia con la chiesa di Lecce. Le aziende, infatti, non sono delle isole, ma agiscono in cui contesto sociale spesso problematico. Il nostro obiettivo è quello di alleviare queste difficoltà che si incontrano nel quotidiano, partecipando attivamente alla vita sociale. Questa attività è già stata incanalata in diversi filoni, come il progetto sociale di Confartigianato che permette alle aziende di integrarsi nella comunità”, ha aggiunto il presidente dell'associazione Luigi Derniolo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento