Video | Direttiva Seveso per Tap? Le parole di Emiliano dopo l'esame dei periti

Incidente probatorio davanti al gip Cinzia Vergine e al sostituto procuratore Valeria Farina Valaori per i tre esperti che hanno escluso, per il terminale di ricezione del gasdotto, l'applicazione della normativa più stringente

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

LECCE - Era presente anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, all'incidente probatorio con i tre periti che hanno escluso l'applicabilità della direttiva Seveso al terminale di ricezione del gasdotto Tap. Un nodo essenziale in una vicenda complessa e articolata: Fabrizio Bezzo, Davide Manca, Lionella Scazzosi sono stati sollecitati dai legali dei Comuni interessati e della Regione. Prima di andare via, il governatore ha rilasciato alcune dichiarazioni 

Clicca qui per l'articolo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Prima si sono lamentati per le alghe di San Basilio, poi per gli ulivi rinsecchiti, dopo per il cromo esavalente nel sottosuolo, adesso puntano alle norme della direttiva Seveso, come se TAP non è in grado di superare anche eventuali norme rivenienti da questa direttiva. Se il Tribunale dovesse sentenziare che bisogna rispettare la direttiva Seveso, si avrebbe soltanto una ulteriore perdita di tempo a danno di tutta Melendugno comprese le sue marine, oltre ad un aumento dei costi e tutta l'area resterebbe militarizzata per diverso tempo ancora. Emiliano, invece, dovrebbe chiedere e insistere sull'utilizzo del gas TAP per eliminare le centrali a carbone a nord e a sud di Brindisi dove non si può più mangiare frutta e verdura, nonché, per liberare gli impianti dell'ILVA dal carbone causa di malattie come tumori e cancro. Abbiamo, infine, il solito "NO" anche per le prospezioni per il gas e gli idrocarburi in mare, quando nel Mediterraneo quasi tutti gli Stati estraggono tali materie, mentre la nostra Italia IMPORTA a caro prezzo gas e petrolio. In conclusione per Emiliano e il Signor Sindaco di Melendugno (che lo accompagnava), la strada è sempre la stessa: NO-tap, NO-triv, NO-tav, NO-eolico, NO-fotovoltaico, NO-prospezioni, NO strade nuove, ecc. ecc. continuiamo soltanto con: "lu SULE, lu MARE e lu IENTU". Bella prospettiva, per i SALENTINI e per tutti gli italiani.

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Video | Anche un velivolo della guardia costiera alla ricerca dei dispersi

  • Incidenti stradali

    Video | La violenta sbandata nei pressi della casa cantoniera di Chiesanuova

  • Cronaca

    Video | "Fiori di primavera": le diverse fasi dell'indagine della guardia di finanza

  • Attualità

    Video | Come ti "pizzico" lo sporcaccione: telecamere e nessuno scampo

Torna su
LeccePrima è in caricamento