Casa, compravendita in Veneto: aumenta la percentuale di acquirenti pensionati

Nel 55,8 per cento dei casi hanno acquistato l'abitazione principale, nel 39,5 per cento per investimento e il 4,7 per cento ha riguardato la casa vacanza

I pensionati in Veneto non stanno a guardare. Anzi: secondo le analisi delle compravendite realizzate attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete, nel secondo semestre del 2016 emerge un 8,3 per cento di acquisto da parte di lavoratori a riposo. Nel 55,8 per cento dei casi hanno comprato l’abitazione principale e nel 39,5 per cento hanno acquistato per investimento. Il 4,7 per cento ha riguardato la casa vacanza. In base a un primo sguardo, rispetto a un anno fa (secondo semestre 2015) la percentuale di acquirenti pensionati è di poco aumentata: dal 7,1 per cento all’attuale 8,3 per cento.

C'è dell'altro. Il 4,7 per cento dei pensionati ha acquistato con l’ausilio di un mutuo, mentre il 95,3 per cento della compravendita è avvenuto senza l’intervento da parte di istituti di credito. Invece, per quanto concerne le scelte, il trend ha registrato un'attenzione particolare ai trilocali (34,9 per cento), seguiti dai bilocali (27,9 per cento) e dai quattro locali (14 per cento). Ville, villette, rustici, case indipendenti e semindipendenti costituiscono il 16,3 per cento degli acquisti.

Per concludere, volgendo la lente di ingrandimento sui venditori, nel II semestre 2016 il 27,7 per cento di coloro che hanno venduto casa è rappresentato da pensionati. Il 66,4 per cento ha effettuato questa scelta per reperire liquidità, il 24,8 per cento per migliorare la qualità abitativa e l’8,8 per cento per trasferirsi in un altro quartiere o in un’altra città.

Potrebbe interessarti

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

  • Come lasciare la casa in ordine prima di partire per le vacanze

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

Torna su
LeccePrima è in caricamento