Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

"Un volano per i consumi e l'economia": il reddito di cittadinanza ai blocchi di partenza

Il consigliere regionale Trevisi spiega chi sono i beneficiari, le opportunità e i limiti dell'assegno mensile erogato da aprile in poi. E ai detrattori risponde: "Così crescerà il Pil del Paese"
Torna a "Un volano per i consumi e l'economia": il reddito di cittadinanza ai blocchi di partenza

Commenti (10)

  • Questo provvedimento non sarà sufficiente a rilanciare la stagnante economia italiana, ridotta a siffatta situazione da una folle politica di austerity imposta dai nostri "creditori" UE. L'enorme rastrellamento di denaro privato causato da una tassazione intollerabile e il crollo della produzione industriale, che ha causato una disoccupazione a due cifre, impedisce di fatto all'economia di ripartire. Non sono solo le commesse esterne a essere diminuite, ma sopratutto i consumi degli italiani. Allora bisognava mettere gli italiani in condizioni di poter spendere, ma non solo qualche milione di cittadini ma l'intera popolazione italiana. Solo così questa nazione sarebbe uscita dalla stagnazione economica. Ma cosa fare? Senza togliere una sola tassa, basterebbe fare quello che accade normalmente in mezzo pianeta: dare la possibilità di vedersi restituiti dal Fisco TUTTI i soldi spesi per necessità primarie e non solo una misera parte. Ci sarebbe stata una immissione di miliardi di euro che avrebbe rilanciato i consumi interni, una vera iniezione di vitamine per una economia moribondo come la nostra.

    • Sicuramente questo provvedimento non è sufficiente. Come dice lei, bisogna fare altro. La gente però continua ad ammazzarsi: lo leggiamo anche su Lecceprima. E ce ne dobbiamo accorgere tutti quanti. C'è bisogno di una assunzione di responsabilità verso noi stessi. Questo provvedimento si muove in tal senso. Bisogna apprezzarlo. Non se ne può più di catastrofismi di qualcuno tra i commenti. Né si può tollerare ancora che si sposti l'attenzione su tutto, tranne che su noi. Parlo degli amanti delle navi, delle ONG, dei migranti e dell'accoglienza a tutti i costi con i soldi degli altri. Pensiamo anche un po' a noi che stiamo morendo di disperazione. Questo è un primo passo.

  • Perchè fanno tanta propaganda sul reddito di cittadinanza e non dicono che ai pensionati sarà congelato l'adeguamento delle pensioni al costo della vita. Pensioni si superiroi a 15500 euro mensili ma sempre pensioni a cui si è arrivati lavorando una vita e versando tutti i contributi. Perchè su quelle stesse pensioni si deve pagare un'aliquota alta di Irpef?? Fanno bene allora i pensionati che vanno in Portogallo e si garantiscono la pensione lorda che ricevono in italia.

    • Giovà, piena ragione su tutto ma...non avrai mica messo uno zero in più? Sennò ...

      • ehh si capita nello scrivere ho messo uno zero in più si Grazie!

  • Si presume che i comuni sono già attrezzati per i lavori socialmente utili, da far eseguire ai nullafacenti, destinatari dell'assistenza dei 5^

  • Cosi crescerà il PIL dei nullafacenti. Li conosciamo bene molti abitanti del Sud dediti all'arrangiarsi non fare nulla ed aspettare la "manna dal cielo". Non mi traccontate che in questa maniera verranno creati posti di lavoro. Mi raccontate per cortesia la relazione tra il reddito di cittadinanza ed i posti di lavoro. Attualmente oltre ai "centri dell'impiego" esistono anche tante altre società di ricerca personale, ma quante persone riescono a collocare o meglio quante richieste di lavoro arrivano??

  • Il reddito di cittadinanza nasce come stampella di quelli che cadevano e cadono in disgrazia a seguito della crisi o di politiche nazionali non efficaci e accorte. Nasce quindi come forma di garanzia e come assunzione di responsabilità dello Stato. L'indignazione per l'assenza di aiuto verso gli ultimi si manifesta con i primi suicidi, avvenuti anche e principalmente al nord Italia. Non a caso, sono proprio i settentrionali Grillo e Casaleggio a delineare una forma di garanzia contro la disperazione che si stava via via diffondendo. La piega che ha preso per la formazione e la ricollocazione lavorativa è l'emblema di una volontà precisa di NON assistenzialismo.

    • Infatti al Nord del reddito di cittadinanza non gliene frega a nessuno, E' puro assistenzialismo per i nullafacenti del sud e serbatoio di voti per i 5*

    • Si e Cicciolina è vergine

Torna su
LeccePrima è in caricamento