Operaio travolto da un muletto, assolto titolare dell'azienda Colacem

E’ arrivato il verdetto nel processo che vedeva imputato per lesioni colpose Giovanni Vincenti, nelle vesti di legale rappresentante. Per l’accusa, fu l’inosservanza delle norme sulla sicurezza a provocare l’incidente del 26 agosto 2014

LECCE - Fu travolto da un muletto e le conseguenze per l’operaio furono gravi: riportò ferite al torace e alla gamba sinistra. In merito all’incidente, avvenuto nella tarda mattinata del 26 agosto 2014, nello stabilimento della Colacem, (impegnata nella produzione e vendita del cemento),fra Soleto e Galatina, l’azienda non ebbe responsabilità.

Sono queste le conclusioni alle quali è arrivato il processo nei riguardi del legale rappresentante Giovanni Vincenti, 55 anni, di Gallipoli, imputato per lesioni colpose causate dall’inosservanza delle norme di sicurezza sul posto di lavoro. E’ stato di assoluzione, con la formula “perché il fatto non costituisce reato”, il verdetto emesso venerdì dal giudice Maria Bianca Todaro.

Per l’accusa l’incidente si verificò a causa dell’omesso tracciato dei percorsi per i carrelli elevatori, che permettono la netta distinzione fra zona carrabile e zona pedonale con linee continue e colorate di demarcazione, divieti di transito e sosta dei pedoni, in violazione delle specifiche norme.

Per questo l’impiegato (alle dipendenze di un’altra ditta), sempre secondo la ricostruzione accusatoria, dopo aver parcheggiato l’autoarticolato, in attesa di ricevere i sacchi di cemento, era sceso dal mezzo per consegnare un attrezzo a un collega, e fu travolto da un muletto. L'Inail aveva chiesto una provvisionale (risarcimento immediato del danno) di 280mila euro.

Ma all’esito della sentenza, le cui motivazioni saranno rese note nei prossimi giorni, l’azienda non ebbe responsabilità. L’imputato era difeso dall’avvocato Donato Mellone.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento