Operaio travolto da un muletto, assolto titolare dell'azienda Colacem

E’ arrivato il verdetto nel processo che vedeva imputato per lesioni colpose Giovanni Vincenti, nelle vesti di legale rappresentante. Per l’accusa, fu l’inosservanza delle norme sulla sicurezza a provocare l’incidente del 26 agosto 2014

LECCE - Fu travolto da un muletto e le conseguenze per l’operaio furono gravi: riportò ferite al torace e alla gamba sinistra. In merito all’incidente, avvenuto nella tarda mattinata del 26 agosto 2014, nello stabilimento della Colacem, (impegnata nella produzione e vendita del cemento),fra Soleto e Galatina, l’azienda non ebbe responsabilità.

Sono queste le conclusioni alle quali è arrivato il processo nei riguardi del legale rappresentante Giovanni Vincenti, 55 anni, di Gallipoli, imputato per lesioni colpose causate dall’inosservanza delle norme di sicurezza sul posto di lavoro. E’ stato di assoluzione, con la formula “perché il fatto non costituisce reato”, il verdetto emesso venerdì dal giudice Maria Bianca Todaro.

Per l’accusa l’incidente si verificò a causa dell’omesso tracciato dei percorsi per i carrelli elevatori, che permettono la netta distinzione fra zona carrabile e zona pedonale con linee continue e colorate di demarcazione, divieti di transito e sosta dei pedoni, in violazione delle specifiche norme.

Per questo l’impiegato (alle dipendenze di un’altra ditta), sempre secondo la ricostruzione accusatoria, dopo aver parcheggiato l’autoarticolato, in attesa di ricevere i sacchi di cemento, era sceso dal mezzo per consegnare un attrezzo a un collega, e fu travolto da un muletto. L'Inail aveva chiesto una provvisionale (risarcimento immediato del danno) di 280mila euro.

Ma all’esito della sentenza, le cui motivazioni saranno rese note nei prossimi giorni, l’azienda non ebbe responsabilità. L’imputato era difeso dall’avvocato Donato Mellone.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Follie ferragostane: una trentina di soccorsi a ubriachi e rissa a bottigliate

Torna su
LeccePrima è in caricamento