A Ferragosto si “concede” la pausa dai domiciliari e se ne va al bar: preso

Nuovi guai per un 39enne di Melissano, fermato giorni addietro per un tentato furto. Evaso dai domiciliari, è stato acciuffato in paese

Il carcere di Lecce.

MELISSANO – Era convinto che l'Arma chiudesse i battenti in un giorno festivo. Ma si era sbagliato e quella leggerezza gli è costata l'arresto. Nuovi guai per un 39enne di Melissano: nel pomeriggio di Ferragosto, infatti, i carabinieri della compagnia di Casarano hanno nuovamente fermato Massimiliano Capone, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, giorni addietro, dopo essere stato sorpreso a tentare un furto in un’abitazione casaranese.

E’ stato notato dai militari, nel  corso di servizi di controllo, fuori dalla propria abitazione. Si trovava infatti all’interno di un bar, dove si era recato nonostante il provvedimento restrittivo. Alla vista dei militari del Nucleo operativo e radiomobile, guidati dal tenente Giancarlo Coluccia, ha tentato la fuga.capone massimiliano casarano-2-2

Ma è stato inseguito e bloccato in una via adiacente. E’ stato dichiarato in arresto e accompagnato nel carcere di Lecce, al termine delle formalità di rito in caserma.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento